Margherita di Savoia, il sindaco Marrano incontra i cittadini dopo 100 giorni di mandato

0
178

“Sono oltre  9.000.000 i debiti accertati ai quali si aggiungono quelli che deriveranno da un contenzioso con una situazione ancora  da definire e una incapacità di procedere al recupero dell’evasione fiscale pressochè nulla sebbene questa tocchi cifre paurose” afferma con rammarico.

Prosegue spiegando proprio il suo (non facile) tentativo di riordino della macchina amministrativa, della volontà di creare posti di lavoro e della necessità di rinforzare l’organico, in particolare presso l’Ufficio Tecnico e la Ragioneria, infine di alcuni risultati di cui si ritiene soddisfatto, come la promessa del Presidente della Provincia di finanziare una extramurale che permetterà ai camion di non attraversare il paese e dell’avvio verso la risoluzione del problema della proprietà delle case di zona Regina e Armellina che, sorgendo su suoli tuttora demaniali, non sono state completamente riscattate.

Le domande della stampa sono solo due, ma molto mirate e precise, una riguarda la delicata questione dello sfruttamento delle risorse della salina (acque madri, fanghi, microrganismi etc.)attualmente monopolio delle Terme di Margherita di Savoia, per le quali molti cittadini ne chiedono a gran voce la liberalizzazione,  l’altra domanda riguarda la progettualità sull’area di Torre di Pietra, una importante area del territorio margheritano, uno spaccato di storia salinara, ricca di potenzialità, già individuata negli anni scorsi come possibile sede di un ecomuseo (secondo la legge r. del 6.8.2011).

Ci fa pensare a tempi lunghi la risposta alla prima domanda,” l’intento è sviluppare attività che non vadano a contrastare con quelle già esistenti” spiega il neo sindaco impossibilitato al momento a dare certezze.

La risposta puntuale  che fa ben sperare in un incremento di posti di lavoro e anche in un miglioramento dei servizi turistici che la cittadina sarà in grado di fornire in futuro arriva in particolare sulla seconda domanda, sia dal Sindaco che dall’Assessore alla Cultura Angela Cristiano, il primo cita l’interessamento dell’Amministrazione per lo sviluppo di questa area che vedrà il sorgere di un centro visite e percorsi probabilmente una postazione dell’Istituto Oceanografico di Genova, l’altro parla del ripristino del Sentiero Airone, attualmente sommerso dai rifiuti e della convenzione con l’Università di Foggia per lo studio dell’area archeologica che a breve verrà firmata.

Seguono gli interventi dei cittadini, alcuni  chiedono lumi sulla sorte dei plessi scolastici Galante e Distaso, ( l’uno tornerà ad essere una scuola mentre l’altro ha ancora sorte incerta: o verrà utilizzato per il sociale o sarà venduto per rimpinguare le casse comunali) altri lamentano la lentezza nei lavori di bonifica del sito ex industria SAIBI, problema che trova una risposta che lascia davvero sconcertati, infatti il sindaco comunica che i ritardi sono dovuti al fatto che i fondi per questi lavori sono stati “distratti” ovvero utilizzati per fare altro e pertanto” i responsabili verranno perseguiti in maniera violenta, perché non si compiano più azioni che pregiudicano la salute dei cittadini” dichiara.

Sulla questione cimitero interviene incisivamente l’Assessore Lamonaca, spigando che il nuovo piano regolatore ne permetterà la ristrutturazione senza gravare sul bilancio comunale in quanto sarà finanziata con la vendita dei lotti. Per la domanda sui marciapiedi invalidanti, i servizi igienici insufficienti e la pavimentazione delle strade parla Giannino facendo rilevare quello che già è stato fatto in soli 5 mesi-strisce pedonali, pozzetti della fogna bianca, ripristino di alcune piazze periferiche – anche con un costo molto basso e ciò che ancora si prevede di fare.

Last but not least lo sport, la sua assenza nelle scuole, il recupero delle strutture sportive, un coordinamento tra associazioni, questo viene chiesto da Ruggero Torraco un campione del mondo di ciclismo tutto salinaro. Risposte positive in merito vengono dall’Assessore Cristiano che ridà speranze  grazie all’intervento di privati,  per la palestra alla scuola elementare fino ad oggi inagibile e promette di fare molto per lo sport.

Mancano domande sull’argomento più discusso nelle chat, ad ogni angolo di strada ed in ogni strato sociale: la raccolta differenziata. E’ veramente strano che i cittadini pur avendone avuto l’occasione non siano venuti a parlarne, mostrando un’ indolenza tipicamente salinara.

In tutto questo mancano soprattutto le domande di un’ opposizione particolarmente silente, di cui spesso leggiamo interminabili polemiche sul web che proprio oggi  sui giornali gridano al “bluff” delle false promesse, della mancata trasparenza e coerenza: ma dove eravate ieri vi chiediamo?

C. Rita DiGaetano

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here