A Canosa di Puglia restauro e prevenzione rischio sismico: in arrivo fondi dalla Regione

0
195

Le Regioni per loro conto hanno fissato delle “Linee d’indirizzo” per la attivazione ed utilizzo del Fondo relativo ai contributi, individuando i soggetti beneficiari, i criteri e le modalità di assegnazione degli interventi, le modalità di erogazione degli stessi, sollecitando i Comuni – a seconda della classificazione sismica – a predisporre appositi Avvisi pubblici, finalizzati diffondere l’esistenza della possibilità per i privati, di accedere a fonti di finanziamento regionali (D.G.R. n. 1728/2012).

 “Conseguentemente – spiega il vicesindaco Pietro Basile, assessore all’Urbanistica e Lavori Pubblici – il Comune di Canosa, avendo tutti i requisiti di accesso ai finanziamenti, non si è fatto sfuggire l’occasione ed ha predisposto quanto necessario per promuovere tale iniziativa, nell’intento di facilitare processi edilizi di miglioramento sotto il profilo sismico delle costruzioni ed interventi in favore dei privati”. Il Comune ha provveduto a pubblicizzare l’iniziativa mediante la redazione di un apposito Bando, pubblicato all’Albo comunale e sul sito istituzionale comunale, conforme alla deliberazione di Giunta comunale n. 93 del 05.10.2012.

In tempi di crisi e di grandi difficoltà nel settore dell’edilizia – ha aggiunto Basile -, certo la risposta non è stata ampia come si sperava. Entro il termine fissato per la presentazione delle candidature sono pervenute le istanze relative ad edifici antichi, a struttura in muratura portante, situati nel centro storico e nella città consolidata ottocentesca”.

Nel mese di novembre 2012 (nota 13.11.2012 prot. n. 31557) le istanze sono state inoltrate, secondo le modalità previste nell’Ordinanza, agli Uffici regionali competenti affinché potesse essere redatta la graduatoria degli interventi ammissibili a finanziamento. Nello scorso mese di maggio, l’Ufficio Sismico e Geologico regionale, annunciando che la fase istruttoria per la definizione della graduatoria generale fosse in via di definizione, ha richiesto una ulteriore fase di approfondimento da parte dei Comuni.

 “Con delibera di Giunta Regionale n. 1762/2013, dello scorso settembre – ha proseguito Basile – , la Regione Puglia ha approvato la graduatoria provvisoria degli interventi finanziabili: il dato positivo, che ci spinge a perseverare nella ricerca di queste fonti di finanziamento e nella promozione di tali iniziative, è che tutti i progetti candidati per la nostra Città sono stati inseriti nella graduatoria provvisoria degli ammissibili a finanziamento. Anzi è bene precisare che durante il periodo utile ai soggetti proponenti, informati della approvazione della graduatoria, a segnalare agli Uffici Comunali di eventuali errori o osservazioni per l’attribuzione di punteggi e quote di finanziamento, non è pervenuta alcuna osservazione”.

Nelle prossime settimane la Regione procederà al vaglio delle eventuali osservazioni pervenute dagli altri Comuni, a rettifica di eventuali errori nell’attribuzione di punteggi e delle relative conseguenti quote di finanziamento e stilerà la graduatoria definitiva.

 Da quel momento in poi i proprietari inseriti nella graduatoria definitiva avranno comunicazione del finanziamento concesso e della tempistica attuativa degli interventi. I contributi saranno erogati in tre tranches, a seguito della realizzazione del 30% e del 70% delle opere strutturali, ed in ultimo al completamento dei lavori.

Siamo certi che iniziative di questo genere – ha concluso il sindaco Ernesto La Salvia – , soprattutto in questo periodo difficile, siano importanti per la nostra città, a prescindere dall’entità delle opere che non necessariamente devono essere “grandi”. Si tratta infatti prevalentemente di edilizia di base. Siamo davanti ad una occasione importante per il settore edile, che promuove azioni di restauro e risanamento sismico consapevole e di qualità: troppo spesso parlando di edilizia si pensa al nuovo, tralasciando le nostre città consolidate che dovrebbero essere oggetto di maggiori attenzioni e maggior cura”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here