Nubifragio a Ginosa, consigliere regionale Pastore: «Si muore per una pioggia, nella Bat gravi pericoli»

0
132

“Non dobbiamo intervenire dopo e non dobbiamo, ogni volta, predicare bene e dal giorno successivo continuare a non fare nulla. Non ci sono motivazioni e giustificazioni che tengano, non di natura economica, né procedurale. Non v’è, io credo, emergenza più grande che tutelare la sicurezza dei cittadini e la loro incolumità.

L’assetto idrogeologico della Puglia è compromesso, da tanti fattori e a tale situazione bisogna far fronte, di tale realtà bisogna tenere conto e intervenire.

Quella zona è a rischio, come lo è quella di Foggia e nella provincia di Barletta – Andria – Trani, nella Bat, quella della foce dell’Ofanto, quel fiume è già esondato in passato, più volte, e solo per miracolo senza vittime. Nella stessa zona, per la precisione a Barletta, un altro grave pericolo è rappresentato dal canale di Ciappetta Camaggio.

Oggi lo ha detto anche la responsabile dell’Anbi Puglia, l’Unione regionale delle Bonifiche della nostra regione, Anna Chiummeo: se non si interviene in questi territori, fra Canosa di Puglia e Barletta, con un evento meteorologico anche meno violento di quello che si è abbattuto su Ginosa, le conseguenze sarebbero ben peggiori.

Cosa stiamo aspettando? I progetti ci sono e, con le altre istituzioni, la regione Puglia deve trovare anche, in tempi brevissimi, le risorse e tentare di accelerare le procedure.

Poi c’è un lavoro fondamentale, importantissimo, da fare a monte, a tutela del territorio.

In questo un ruolo importante può farlo il Piano paesaggistico regionale. Anche con la sua approvazione ed entrata in vigore, prima si fa e meglio sarà per tutti gli attori, i cittadini, le associazioni di categoria e professionali, gli operatori commerciali, le istituzioni e tutti i portatori di interessi.

E’ con grande rabbia e dolore che penso a chi ha perso la vita travolto dall’acqua e non oso immaginare i sentimenti dei loro congiunti cui rivolgo il mio mesto cordoglio”, conclude Pastore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here