Barletta, firmato protocollo col Politecnico di Bari: iniziative per ambiente e mobilità

0
189

 Per il sindaco Pasquale Cascella questa firma rappresenta un’opportunità per Barletta. “Barletta vive un grande problema ambientale. La combinazione di sviluppo economico, che la città ha avuto durante tutti questi anni, e costante espansione demografica ha avuto per effetto l’inglobamento delle industrie nel territorio cittadino; così come vi sono intere aree lasciate nel degrado più assoluto. Grazie alle competenze del Politecnico di Bari e con spirito d’innovazione, occorre trasformare la città in un grande campo di ricerca. Un modo per risolvere i problemi di questa città, cercando, anche, di risparmiare denaro pubblico”.

Di fatti, con le firme del Sindaco di Barletta Pasquale Cascella e del Rettore del Politecnico di Bari Eugenio Di Sciascio le parti si impegnano a portare avanti quelle iniziative, sopra elencate, “a costo zero”: le iniziative che verranno realizzate saranno seminari di studio, tesi di laurea e tirocini,ovvero mediante l’attribuzione di apposite convenzioni di consulenza scientifica da parte del Politecnico.

[nggallery id=806]

Entro quindici giorni verrà costituito un Comitato paritario Tecnico-Scientifico , composto da otto membri, di cui quattro designati dal Politecnico di Bari e quattro dal Comune di Barletta. L’Assessore comunale alle Politiche della Sostenibilità Ambientale Irene Pisicchio auspica già nei giorni a venire un primo incontro chiarificatore sugli step da seguire, sui compiti da prendere e da rivedere.

I compiti del Comitato saranno l’elaborazione dei piani di attuazione della convenzione firmata, la formulazione di proposte di attivazione dei progetti, il monitoraggio assoluto e completo di ogni singola attività dei piani di attuazione. Qualora il Comitato dovesse ritenere di particolare interesse uno studio, verranno stipulati accordi tra il Politecnico di Bari e il Comune di Barletta, nei quali verranno stabiliti, per gli interventi concordati, impegni reciproci, modalità, tempi di copertura dei costi di realizzazione.

Il protocollo, della durata di 3 anni, potrà essere rinnovato su richiesta di una delle parti ed accettazione dell’altra.

Michele Noviello

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here