Margherita di Savoia, Galiotta: «Bandi europei, occasioni poco sfruttate dai nostri giovani»

0
121

“Stiamo organizzando un incontro con gli esercenti che operano nel settore turistico in particolare – spiega – per programmare attività sinergiche tese alla pubblicizzazione del territorio, attraverso la definizione di percorsi enogastronomici che comprendano Margherita e ne portino in giro le eccellenze”. L’idea nasce dal fatto che troppo di frequente la mancanza di lavoro sia figlia di una scarsa attitudine a cogliere le occasioni. Specialmente quelle offerte dall’Europa.

Già ad agosto l’assessora Galiotta si era spesa nella fortunata organizzazione di un incontro per informare i giovani sulle potenzialità del curriculum on line, come strumento di ricerca di occupazione.

Il prossimo 5 ottobre – precisa Galiotta – scadrà un bando per operatore della ristorazione e non sono pochi i posti ancora disponibili. Pensiamo che in una realtà come la nostra i giovani debbano investire su una formazione specifica, che consenta loro un comodo inserimento nel mondo del lavoro”.

Partecipare è semplice: occorre consultare il sito della Provincia Bat – Servizio Politiche del Lavoro, oppure quello dell’Istituto san Giuseppe di Canosa (istitutosangiuseppe.org). Si tratta di fondi Po Puglia Fse 2007/2013, Asse IV – Capitale umano, da erogare in favore di giovani che abbiano assolto l’obbligo scolastico.

Nell’ambito della stessa misura, un altro corso di formazione professionale cofinanziato dal Fse, dalla Regione Puglia e dal Ministero del Lavoro: è il percorso formativo per l’acquisizione delle certificazioni Ecdl, E-citizen e Breakthrought, relativo ad informatica e competenze linguistiche. Dello stesso tenore, l’European comuter driving licence, la patente informatica per la cui iscrizione c’è tempo fino al prossimo 21 settembre.

Sono occasioni che non vanno perse – sottolinea il sindaco Paolo Marrano – perché tra le ultime ed irripetibili per l’Italia. L’uscita dall’obiettivo 1 dell’attenzione europea, a vantaggio dei Paesi neo-entrati nell’Euro, fa sì che questi finanziamenti di formazione e start up non durino in eterno. E sulla formazione professionale in materia di accoglienza ed informatica questo nostro territorio ha un gran bisogno di investire. Come amministrazione, faremo la nostra parte”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here