Ddl omofobia approvato alla Camera, Arcigay Bat: «Occasione persa, vergognoso subemendamento Gitti»

1
215

“In riferimento all’approvazione del ddl in materia di contrasto all’omofobia e alla transfobia approvato nella giornata del 19 settembre alla Camera dei Deputati, Arcigay Bat intende esprimere tutto il suo rammarico per la storica occasione persa, dal momento che questa volta c’era la possibilità di creare una maggioranza (Pd – Sel – Movimento 5 Stelle) che avrebbe appoggiato la legge nella stesura originale. Purtroppo è stato vanificato tutto in nome dell’opportunismo politico, nonostante con l’approvazione di un tale ddl non sarebbe stata in alcun modo lesa la libertà di espressione. Noi avevamo chiesto l’estensione della legge Reale – Mancino con l’aggravante relativa a orientamento sessuale e identità di genere, dal momento che omofobia e transfobia non esistono nemmeno nel nostro codice penale.

Ma ciò che ci lascia più sbigottiti è l’approvazione di un subemendamento il quale sancisce che non costituiscono discriminazione aggravata dall’omofobia le opinioni “assunte all’interno di organizzazioni che svolgono attivita’ di natura politica, sindacale, culturale, sanitaria, di istruzione ovvero di religione o di culto, relative all’attuazione dei principi e dei valori di rilevanza costituzionale che connotano tali organizzazioni”.

Ci auguriamo pertanto che il Senato corregga questa legge ed elimini il vergognoso subemendamento Gitti, così come auspicato dall’onorevole Pollastrini del Pd. In conclusione chiediamo al Pd di concludere l’accordo con Movimento 5 Stelle e Sel così come accaduto in sede di pregiudiziali”, conclude la nota dell’Arcigay Bat.

1 COMMENTO

  1. Abbiamo capito, donne e omosessuali sono la nuova dittatura, le nuove veline fasciste, l’ennesima uccisione del libero dibattito. (Sarà mica un reato dire quello che ho appena detto?)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here