Barletta, Rifiuti Zero: sindaco Cascella riceve delegazione Coordinamento Bat

0
107

L’incontro si è aperto con l’illustrazione della Strategia Rifiuti Zero che il gruppo promuove da anni sul territorio e supportata oggi dalla proposta di legge di iniziativa popolare che il 30 settembre sarà consegnata alla presidente della Camera, Laura Boldrini, da rappresentati del comitato nazionale.

La proposta avanzata all’amministrazione Cascella è stata non solo quella di far aderire a tale strategia il comune di Barletta ma anche di promuoverla sia in seno all’ATO della Provincia Bat sia in seno ARO1. Diventa fondamentale tale passaggio in virtù dei benefici sanitari, ambientali e occupazionali che apporterebbe in un territorio che si sta trasformando in un piattaforma per lo smaltimento dei rifiuti con pratiche di incenerimento o conferimento in discarica.

Si è fatto presente inoltre all’amministrazione che nella scorsa consiliatura, l’assise cittadina ha votato all’unanimità a favore della convocazione di un consiglio comunale monotematico per l’adozione della Strategia Rifiuti Zero.

A tal proposito il Sindaco Cascella ha espresso la volontà di lavorare per estendere la raccolta differenziata porta a porta a tutta la città (sull’esempio di Andria e Canosa), misura questa che il coordinamento ritiene insufficiente in quanto non garantirebbe una chiusura del ciclo dei rifiuti sano e sostenibile e soprattutto la diminuzione della produzione ed il recupero degli stessi.

Sull’ARO1 (Barletta-Trani-Bisceglie), puntualizzando la sua non operatività a causa del ricorso presentato dal sindaco di Bisceglie, Francesco Spina, Cascella si è impegnato a discutere della Strategia Rifiuti Zero all’interno di questo organismo nel momento in cui si chiariranno i termini del suo funzionamento.

Per quanto riguarda il consiglio comunale monotematico si è mostrato disponibile a favorire la sua convocazione che ci auguriamo avvenga quanto prima anche per giustificare la presenza all’incontro di un consigliere, Doronzo, espressione della seconda forza di maggioranza, la Sinistra Unita per Barletta.

“Lo riteniamo infatti un importante segnale politico da parte di forze che si sono espresse a favore di tale scelta pochi mesi fa in occasione della campagna elettorale. Pensiamo sia giunto il momento di passare dalle parole ai fatti soprattutto nella gestione di un così sensibile settore quale quello dei rifiuti”, dichiarano Sabrina Salerno e Alessandro Zagaria.

Cruciale è stato il confronto sul futuro della Bar.s.a.: il Sindaco ha preannunciato le future strategie sull’azienda che prevedono il suo scorporamento in base ai settori. La gestione dei rifiuti dovrebbe essere lasciata in mano ad una società in house, mentre il global service verrà messo sul mercato e di fatto privatizzato.

Su questo punto il coordinamento ha espresso tutta la sua ferma contrarietà ricordando l’esito dei referendum di giugno 2011. A Barletta difatti più del 50% degli aventi diritto al voto si espresse per una gestione pubblica dei servizi locali, quali risorsa idrica, rifiuti, trasporti, cura del verde pubblico e manutenzione generale. Servizi sui quali non si dovrebbe far profitto ma solo gestire al fine di garantire la loro efficienza a beneficio della comunità.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here