Andria, inaugurazione nuovo asilo nido comunale nel quartiere Europa

0
176

L’impianto del nido è semplice e solare come semplice e solare è la funzione che deve assolvere. Spazi-filtro che non significano divieto di accesso, ma luogo di accoglienza che tranquillizza i genitori i quali affidano i loro bambini, per la prima volta, al mondo.

Un luogo anche pieno di luce, perché i bambini imparino che è la luce il primo elemento nel quale sono chiamati a muoversi, una volta usciti dalla penombra sicura delle proprie case e delle proprie famiglie. Un luogo dalle superfici facilmente percorribili, perché i bambini possano muoversi senza ostacoli e imparare con delicatezza i movimenti della libertà.

Per quel che riguarda gli aspetti impiantistici, grande attenzione è stata posta ai criteri di risparmio energetico e all’uso di impianti generati da fonti rinnovabili o assimilate. L’asilo è dotato di un impianto di recupero delle acque meteoriche, che consentirà anche la più corretta ed economica gestione dell’irrigazione del tetto giardino, altro elemento caratteristico ed innovativo dell’edificio.

Dal piccolo atrio coperto, semplice e situato in un angolo dell’edificio compreso tra le due strade, si accede immediatamente allo spazio di ricezione attiguo alla sala docenti. E’ un punto, soprattutto, di accoglienza e di rapido e immediato rapporto fra i genitori e coloro che animano e governano l’asilo nido, senza inutili sovrastrutture. Da questo spazio di ricezione è già possibile guardare al grande spazio riservato alle attività ludiche comuni, che costituisce il grande “petalo” che interrompe decisamente il rigoroso quadrato della pianta, nonché la griglia definita dalle aule.

Le due stanze riservate ai docenti comunicano direttamente con le aule riservate ai semi-divezzi e ai divezzi. Si tratta di quattro aule (due per sezione), comunicanti a due a due fra loro ma anche all’occorrenza divisibili, a seconda delle necessità dettate dalle attività svolte e dalla quantità di bambini presenti, e improntate dunque alla più grande flessibilità potendo anche, all’occorrenza, essere accorpate tutte e quattro in un unico grande salone. Le quattro aule affacciano sul grande spazio aperto di pertinenza denominato “corte interna”, ma non vi accedono direttamente, bensì attraverso un doppio filtro di vetrate, fra le quali prosegue il percorso deambulatorio che collega tutti gli spazi dell’asilo. Questo per permettere un graduale e controllato approccio dei bambini all’aria aperta, nonché una buona protezione climatica delle aule stesse.

Gli spazi riservati ai lattanti sono invece situati al lato opposto della “corte interna”. Le aperture sono disposte in modo da limitare il più possibile l’ingresso diretto dei raggi solari, per creare un ambiente comunque bene illuminato ma di una luce morbida e diffusa; gli spazi dedicati ai lattanti si affacciano anch’essi sulla corte interna ma solo visivamente, per permettere ai piccolissimi di incuriosirsi ai giochi dei più grandi e di essere a loro volta guardati: i lattanti possono così giocare e anche muovere i primi passi nella più assoluta tranquillità, e in una condizione di riparo maggiore, sentendosi comunque parte di una comunità, ed in alcun modo isolati.

Sul giardino pensile affaccia un volume a pianta quadrata che corrisponde al sottostante spazio dedicato alle attività comuni e al gioco. Lo spazio coperto disposto a livello della copertura dell’edificio rappresenta una grande risorsa per il funzionamento della struttura, infatti, benché normalmente utilizzato per le attività didattiche e al gioco, questo spazio può essere adibito ad attività di formazione degli insegnanti, alle riunioni con i comitati di gestione e con i genitori o può essere messo a disposizione per le feste dei bambini.

“La realizzazione di un nuovo asilo nido comunale va a colmare una grave carenza della città – dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici, avv. Pierpaolo Matera. Abbiamo ripreso una progettualità, fondamentale per la nostra comunità, ferma al palo da tempo”.

“Soddisfare i bisogni della prima infanzia – commenta l’assessore alla Pubblica Istruzione, avv. Antonio Nespoli – è vitale per una comunità. Fornire la città di un nuovo asilo comunale era una nostra priorità. La struttura, accogliente e moderna, rappresenta un ulteriore traguardo per l’intera comunità”.

“Siamo felici ed orgogliosi di poter dare ai nostri bambini un nuovo e moderno spazio come luogo di gioco e di formazione – afferma il Sindaco, avv. Nicola Giorgino. Riteniamo che una città per essere e dirsi civile debba dotarsi di strutture all’altezza e funzionali per la salute dei più piccoli fra i propri cittadini”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here