Bisceglie, musical con teorie “di guarigione” dall’omosessualità. Arcigay Bat: «Scempio culturale»

7
455

“Con grande stupore l’associazione Arcigay Bat ha appreso che nella serata di venerdì ha avuto luogo presso l’Anfiteatro Mediterraneo di Bisceglie il musical “Il mio canto libero (Scegli la vita!)”, nell’ambito dell’iniziativa “Musical ed evangelizzazione per le strade e le spiagge a Bisceglie dal 16 al 18 agosto” e promossa dalla Comunità “Arca dell’Alleanza” di Bisceglie. Ebbene, tale musical ha previsto al suo interno un monologo ispirato alle teorie riparative di guarigione di omosessualità, con quest’ultima descritta come una malattia derivante dalla carenza della figura paterna e guaribile con un adeguato percorso di sostegno e di preghiera”, denuncia l’Arcigay Bat.

“Siamo davvero stupiti e costernati dal fatto che possa aver avuto luogo tale monologo, che potrebbe avere effetti deleteri su quei ragazzi omosessuali che non si accettano o peggio ancora sui fragili genitori che tendono a rifiutarli. E precisiamo che siamo completamente a favore della libertà di ogni espressione artistica: il problema è che nel corso dell’iniziativa religiosa non è stato in alcun modo chiarito che l’omosessualità non è una malattia, bensì nient’altro che un normalissimo orientamento dell’individuo. Per quanto riguarda le teorie riparative, è stato dimostrato da numerosissimi studi che i soggetti che vi si sottopongono tendono a cadere in depressione o peggio ancora a suicidarsi, proprio perché è impossibile guarire da ciò che non è una malattia”, prosegue la nota.

Inoltre,  stupisce che ciò sia potuto avvenire  a distanza di pochi giorni da una presa di posizione ufficiale dell’Arcidiocesi in cui si manifestava ampia disponibilità al dialogo e vigilanza su tali questioni: “Ma come se non bastasse, ciò che ci rende sbalorditi è il patrocinio della Pastorale Giovanile e del Comune di Bisceglie. Non è nostra intenzione scagliarci contro alcuno, ma la scorsa settimana l’Arcidiocesi di Barletta – Trani – Bisceglie ci aveva rassicurato sulla vigilanza dei parroci, degli educatori e dei catechisti su eventuali episodi di discriminazione. La realtà dei fatti dimostra invece che i responsabili di tale spettacolo hanno permesso con molta tranquillità la messinscena del monologo in questione, quindi risulta molto difficile che all’interno della Pastorale Giovanile se ne ignorasse il contenuto. Ci sorprende infine in maggior misura che il Comune di Bisceglie abbia concesso il patrocinio senza aver evidentemente supervisionato lo spettacolo: sarebbe molto peggio se lo avesse fatto e avesse chiuso gli occhi dinanzi alla eventualità di questo scempio culturale. In quanto Arcigay Bat, faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità per combattere queste vergognose e anacronistiche manifestazioni di ignoranza. La dignità delle persone prima di tutto”, conclude la nota.

7 COMMENTI

  1. Poverine le associazioni LGBT … “le vittime dello scempio culturale” (???)…. tutte le prove scientifiche che si nasce “gay” sono state smentite, la scienza ha ampiamente dimostrato che la sessualità è un’emozione e l’eccitamento il suo effetto somatico .. Le testimonianze di tutto il mondo confermano che il cabiamento di emozioni sessuali, sia da etero a omo e viceversa è possibile … NON E’ ORA DI FARLI SMETTERE DI IMPORRE LA LORO IDEOLOGIA BUGIARDA e lasciare libere le persone di decidere per la propria vita… Fino a quando continuiamo a farci tiranneggiare da queste associazioni piagnucolose?

  2. E’ incredibile come se solo la parola omosessualità possa scatenare cosi’ tante polemiche da addirittura essere accusati di omofobia!! Certo, potrebbe essere la moda del momento, ma vi assicuro che non e’ assolutamente così: nella rappresentazione si parlava di un assenza, quella paterna e che per cio’ “aveva causato uno smarrimento sessuale” significa che il ragazzo cercava l’amore paterno in figure di natura umana maschile e percio’ smarrendolo.
    Premettendo che l’amore e il sesso sono 2 cose diverse la chiesa per quanto ne sappia condanna solo l’atto sessuale in se tra figure della stessa natura sessuale infatti Levitico 18:22 “Non avrai con maschio relazioni come si hanno con donna: è abominio. 23Non ti abbrutirai con alcuna bestia per contaminarti con essa; la donna non si abbrutirà con una bestia; è una perversione.”
    Da sottolineare che nello spettacolo non si fa alcuna mensione di cura o di teorie riparative. Evidentemente chi ha parlato, o chi continua a farlo, lo fa per tramite o per chissà cosa.
    La fede ci impone delle regole che si chiamano “Comandamenti”
    Mt 7,21.24-27 Gesù disse ai suoi discepoli:
    «Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.
    Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia.
    Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, sarà simile a un uomo stolto, che ha costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde e la sua rovina fu grande».
    E’ chiaro che spesso si tende a estremizzare / ghettizzare ogni cosa ma per favore, non interpretate la legge divina come fate con la legge terrestre. Grazie

  3. Le persone che lei, vismara, cita e menziona, come mai non vanno in tv rilasciando intervita ( da pelo e contropelo)

  4. vismara: PUBBLICHI TUTTO CIO’ CHE DICE LA SCIENZA, NON CIO’ CHE FA COMODO A LEI.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here