Chiusure Gazzetta e PrimapaginaBat. Unimpresa: «Profonda sconfitta, attiviamoci tutti in difesa dell’informazione»

0
156

“Due notizie, due brutte notizie quelle che leggiamo in queste ultime ore: la sospensione estiva anticipata delle pubblicazioni di “Primapaginabat”, dopo quella dello scorso 28 giugno e la possibile chiusura della Redazione della Bat de “La Gazzetta del Mezzogiorno”.

Due brutte notizie non solo per i lavoratori, le loro famiglie e l’indotto occupazionale che ruota attorno ai giornali ma anche per i lettori e soprattutto per l’intero territorio, le sue aziende, i suoi Enti, il mondo associazionistico e professionale e quanti forse non hanno mai compreso il valore dell’informazione, soprattutto quella divulgata su carta stampata, allorquando è libera, indipendente, svincolata, autonoma e professionale.

Qualora queste notizie dovessero rivelarsi definitive e senza possibilità di ripensamento, l’intero territorio si vedrebbe non solo ridimensionato nella sua crescita culturale ma privato di uno straordinario veicolo per trasmettere anche emozioni e liberi pensieri.

I giornali Primapaginabat e La Gazzetta del Mezzogiorno, che oggi pare stiano vivendo anch’essi le conseguenze della crisi economica che potrebbe portare ad un loro ridimensionamento o addirittura alla chiusura di Redazioni periferiche, rappresentano, insieme ad altri prestigiosi periodici del territorio, siti on-line e Radio-Tv, proprio questo e la seppur minima perdita, anche in termini di professionalità umane, rappresenterebbe una profonda sconfitta per tutti.

L’auspicio del nostro Ufficio di Presidenza è che anche questo momento di difficoltà, come ce ne sono stati anche in passato seppur di diversa entità e prospettiva, possa essere superato con un impegno comune al quale intendiamo anche noi partecipare qualora si metta in movimento un programma concertato di iniziative a sostegno e difesa della libertà d’informazione e del suo valore”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here