Canosa di Puglia, proiettile inesploso al Pronto Soccorso: la preoccupazione del sindaco

0
123

È sempre alta l’attenzione dell’Amministrazione comunale sulle problematiche relative all’ospedale di Canosa – ha dichiarato il primo cittadino -, non solo relative ai servizi offerti, ma anche alla sicurezza”. Il proiettile in causa, preso in consegna dai medici di servizio e consegnato ai Carabinieri, è stato ritrovato da una ausiliaria addetta alle pulizie, nel cassetto del comodino dell’Obi, Osservazione Breve Intensiva, annessa al Pronto Soccorso.

 “In attesa di sapere dalla Regione e dalla Asl Bat, come in un racconto di Kafka, quali saranno le sorti di alcuni reparti di questo ospedale, che rischiano la chiusura per mancanza di fondi e progettualitá – ha proseguito il sindaco – , non mancano segnali sconfortanti e negativi, relativi alla sicurezza della città e del nostro nosocomio. Esprimo vicinanza e solidarietà a coloro che lavorano presso l’ospedale, certo che non si faranno intimidire da tali atti minacciosi, continuando a lavorare in maniera irreprensibile per il bene della comunità. Restiamo in attesa di conoscere le conclusioni delle indagini dei Carabinieri, fiduciosi che con il loro lavoro, sapranno far luce su questa vicenda”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here