Andria, area pedonale via R. Margherita. Unimpresa Bat: «Funziona, ora opere infrastrutturali»

0
228

In una nota i responsabili dell’Associazione affermano che: “E’ vero, gli umori non sono ancora uniformi e consensuali e già nella stessa via cittadina, a seconda della posizione, si registrano differenti valutazioni così come tutte rispettabili sono le valutazioni critiche che giungono da parte di commercianti e residenti di Via Pisani, Via S. Rosa, Via O. Jannuzzi, Via Bovio e tutte quelle strade e stradine adiacenti via R. Margherita che si trovano inevitabilmente e logisticamente sovraccaricate di traffico veicolare con conseguenze e disagi ben facilmente immaginabili.

La visione – sottolineano dall’ Unimpresa Bat – cambia inevitabilmente nel momento in cui si cambia il punto di osservazione in quanto è sicuramente infantile e populistico pensare che un’area pedonale urbana possa essere valutata e qualificata solo ed unicamente in funzione della sua attrattiva commerciale perchè sarebbe un grave limite, anche culturale e limiterebbe di non poco il margine di valutazione.

Seguendo questo ragionamento – spiegano – un poco più profondo ma neanche tanto complesso si addiviene immediatamente ed irrimediabilmente ad un’altra impellente ed improrogabile necessità cioè quella di procedere immediatamente e senza indugi alla realizzazione delle opere infrastrutturali e di arredo che siano anche elemento di eliminazione delle tantissime brutture che proprio l’istituzione della zona pedonale ha fatto emergere in tutta la loro evidenza, al punto che i danneggiamenti del manto stradale e il dislivello dello stesso impediscono l’installazione in sicurezza delle attrezzature esterne ai locali pubblici, soprattutto bar, che vorrebbero già attrezzarsi come accaduto per corso Cavour così come costituiscono pericolo per i passanti, pedoni e ciclisti che hanno già pagato il prezzo subendo cadute con conseguenti anche danni fisici.

Queste opere – concludono dall’Associazione – di cui abbiamo ampiamente già riferito anche in un nostro intervento, relativo alla possibilità di utilizzo di risorse pubbliche per la loro realizzazione, senza evidentemente riscontrare interesse, risultano ora più che mai necessarie anche perché fortemente attese, dai commercianti, dai professionisti, dai residenti e dai cittadini”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here