Andria Quartiere Europa, tra auto incendiate e strade pericolose: «Qui si vive così»

0
210

“La brutta storia continua e la sera del 13 giugno scorso, Sant’Antonio, un altro brutto spavento causato dalle sirene dei Vigili del Fuoco arrivate verso le 23,00 per spegnere un’auto incendiata, lasciata ancora lì.

E’ una cronaca quotidiana che spesso lascia sull’asfalto vittime di ogni tipo, dagli animali alle persone, anziani e bambini, come accaduto questa sera ad una bimba, investiti da autovetture e motorini che sfrecciano in una zona dove pare che tutto venga fatto per alimentare l’alta velocità, senza un dissuasore e senza neanche un minimo di coscienza nel predisporre indispensabili misure di prevenzione.

L’estate è ormai arrivata e non vogliamo tornare a dire, a chiedere, a denunciare, a rompere e a lamentarci ma siamo fortemente convinti che non facendo tutto ciò cadremmo nella rassegnazione e i rassegnati sono i migliori alleati degli incapaci che, accanto ad essi, si sentono forti e onnipotenti al punto da arrivare a negare anche l’evidenza e la limpidezza della realtà.

Un’altra nottata sta per arrivare e chissà che notte sarà.

Di sicuro, nonostante tutto, anche nel Quartiere Europa si dormirà ma solo dopo che saranno finite le grandi feste nei parchi, il frastuono, i rumori, le bottiglie vuote di alcolici lanciate per strada, le parolacce e le urla di giovani, maschi e femmine appienate di alcol e droga sperando che, nel frattempo, non sia arrivata già l’alba con i rumorosi mezzi della Sangalli già pronti per i ritiro del prezioso rifiuto differenziato grazie al quale questa città può fregiarsi del marchio di qualità. Qui si vive così”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here