Andria, Fondazione Intercultura: premiazione borsa di studio negli USA

0
249

A consegnare personalmente la pergamena al vincitore saranno, per il Comune di Andria, il Sindaco, Avv. Nicola Giorgino e gli assessori alla cultura, Avv. Antonio Nespoli e alle politiche giovanili, Dott. Giuseppe Chieppa, che hanno istituito la borsa. In rappresentanza di Intercultura ci sarà il Dott. Renato Di Chiara Stanca, Vicepresidente dell’Associazione Intercultura, Francesca Caffio, Responsabile di zona per lo sviluppo del volontariato, Victor Motti, Presidente del Centro locale di Trani e i volontari del Centro Locale di Trani che si sono impegnati per la realizzazione di questa Borsa di studio.

Inoltre, sempre in questa occasione, verranno premiati anche gli altri 20 studenti che la prossima estate partiranno da Trani alla volta di tutti  i continenti, sempre grazie ad un programma Intercultura, Onlus che dal 1955 opera su tutto il territorio nazionale per promuovere un progetto di crescita interculturale per studenti, scuole e famiglie.

I vincitori provenienti da Andria sono: Carla Attimonelli in partenza per un programma annuale negli Stati Uniti, studentessa del Liceo Scientifico “Nuzzi”; Francesca Tota partirà per un programma annuale per la Danimarca, studentessa del Liceo classico “Troya”, insieme ad Alessandra Sibio, in partenza per un programma estivo in Spagna e Federica Zingaro, un anno in Russia, studentessa del Liceo Scientifico “Nuzzi”.

I vincitori di Barletta sono: Rosa Di Cuonzo che partirà per un programma annuale ad Honk Kong, studentessa del Liceo Scientifico “Moro” Margherita di Savoia e 4 studentesse del Liceo Classico “Cafiero”, Noemi Salvemini, Gianluca Tavoletti, Anna Vestito e Adriana Damato che partiranno alla volta Costarica, Svezia per un anno e per Thailandia e Germania per sei mesi. Da Bisceglie partiranno: Anna Di Gioia, per un programma annuale negli Stati Uniti e proveniente dal Liceo scientifico “L. Da Vinci” e Giuseppe Rana per un programma similare in Cina. Da Corato partirà Mariagiorgia Tandoi per un programma annuale in Brasile, de Liceo Classico “Oriani”. Da Margherita di Savoia partirà Roberta Defazio per un programma annuale in Brasile, del Liceo Scientifico “Moro”. Da Ruvo di Puglia partirà Biagio Montaruli per un programma estivo in Finlandia grazie alla Borsa di studio sponsorizzata dal Gruppo Telecom S.p.A., del Liceo Scientifico “Tedone”. Da Trani partiranno 2 studentesse del Liceo Classico “De Sanctis”, Noemi Diaferia ed Angela Laurora rispettivamente per un programma annuale in Russia e in Francia; dal Liceo Scientifico “Vecchi”, invece, partiranno Alessandra Balestrino per un programma semestrale in Costarica, Rosa Palumbo per un programma trimestrale in Ungheria, Martina Porcelli per un programma estivo in Giappone e Martina Torsello per un programma estivo in Argentina.

“Il Comune di Andria – spiega il Sindaco Giorgino – crede fortemente nell’investimento sulla formazione internazionale dei giovani del territorio, riconoscendo l’importanza che questa esperienza di vita e di studio all’estero ha nel bilancio della formazione personale di chi è partito, non solo sul piano delle lingue e delle competenze pratiche, ma anche e soprattutto nella capacità di affrontare al meglio le difficoltà e le sfide del mondo dello studio e del lavoro”.

Grazie a queste Borse di studio, totali o parziali, ogni anno circa 1800 studenti italiani delle scuole medie superiori partono per un’esperienza di studio all’estero tramite l’Associazione Intercultura. Il risultato più importante di queste esperienze è quello di imparare a conoscersi e imparare a sentirsi a proprio agio in ambienti internazionali. Alcuni dati numerici: sviluppo di una forte confidenza con la lingua straniera (il 12% raggiunge un bilinguismo perfetto e il 35% parla fluentemente una seconda lingua), aumento dell’interazione con altre culture (da un 9% prima di partire al 13% una volta rientrati), quota di amicizie con persone di altri Paesi (dall’11% a 23%). Tra le competenze che vengono a svilupparsi vi sono una maggiore capacità di adattabilità, di presa di coscienza delle opportunità, un maggior pensiero critico, un’accresciuta indipendenza, una forte capacità di gestire l’ansia in situazioni di novità, la consapevolezza e l’apprezzamento del proprio Paese di origine e della propria cultura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here