Canosa di Puglia, conclusa “Fiera di Costantinopoli”: nuovo progetto “Campagna Amica”

0
591

Alla chiusura della due giorni sono intervenuti il sindaco Ernesto La Salvia e l’assessore alle Attività Produttive e Agricoltura, Leonardo Piscitelli. L’Assessore stesso ha sintetizzato quelle che sono state le iniziative: “L’Amministrazione comunale ha riproposto questo tradizionale appuntamento dopo anni di assenza, ritenendolo un’ottima vetrina per le nostre produzioni locali. Nonostante le difficoltà e il maltempo, possiamo ritenerci pienamente soddisfatti della consistente affluenza di visitatori, circa 2000 nelle due giornate. Evidentemente il connubio tra tradizione ed elementi di novità ha funzionato. I consueti stand con i prodotti alimentari e i mezzi agricoli, infatti, sono stati affiancati dalle iniziative organizzate coinvolgendo il Maneggio Germinario e il Maneggio Boemondo. I cavalli, infatti, non soltanto hanno sfilato per le strade della città ma hanno accompagnato l’intera due giorni all’interno dello Stadio Marocchino, suscitando la curiosità dei tanti bambini presenti. La presenza dei cavalli ha permesso anche l’esposizione dei traini, i mezzi che hanno fatto la storia di questa città, utilizzati in passato per il trasporto delle persone e dei prodotti agricoli”.

Agli aspetti legati all’intrattenimento e alla tradizione, l’assessore Piscitelli ha aggiunto l’elemento di novità, che sposa la produzione locale alla promozione dei prodotti: “Nel corso della manifestazione si è svolto il primo concorso dedicato al miglior olio extravergine di oliva, per il quale sono stati presentati 7 campioni di oli di produzione canosina, consegnatici in forma anonima. Una giuria, composta da un gruppo di assaggiatori di olio, guidati dal capo panel Nicola Perrucci, ha esaminato i 7 campioni, escludendone 4 dalla competizione, perché difettosi, e premiandone i restanti 3, ritenuti di alto valore. A pari merito sono stati premiati dall’assessore alle Attività Produttive di Andria, Benedetto Miscioscia, l’olio del produttore Giovanni Caracciolo – definito “fruttato leggero” – e, con sorpresa di tutti, l’olio ricavato dalle olive raccolte dai terreni comunali della zona San Leucio – un “fruttato medio”, mentre al primo posto si è classificato l’olio “fruttato intenso” del produttore canosino Battista Di Nunno.

 A conclusione il sindaco Ernesto La Salvia ha aggiunto: “L’Amministrazione comunale è pienamente soddisfatta dell’ottima riuscita di questa manifestazione che non soltanto ha mantenuto viva una tradizione che è nel Dna dei canosini e che è strettamente correlata al rapporto con i campi e con il mondo agricolo in genere, ma ha anche potenziato la visibilità di alcune produzioni locali. In particolare, l’olio extravergine di oliva e la premiazione dell’olio di produzione comunale “San Leucio”, ci consente di celebrare le radici e di valorizzare sia questa risorsa misconosciuta che il sito archeologico che gli ha donato il nome. Sembra forse un caso ma in queste bottiglie di olio “San Leucio” si crea il connubio tra le nostre radici storico-archeologiche e le nostre produzioni, fungendo da richiamo pubblicitario e turistico”.

[nggallery id=634]

Prossimo appuntamento organizzato per pianificare le iniziative volte alla promozione dei prodotti locali è quello di oggi 28 maggio. Alle 17,30, presso l’ufficio SUAP di Via G. Falcone n. 134, infatti, si svolgerà un incontro con “Campagna Amica” alla presenza dell’Amministrazione comunale, al quale prenderanno parte Giuseppe Licursi, direttore provinciale della Coldiretti di Bari, le organizzazioni produttive agricole, le imprese del settore, i sindacati, le cooperative di trasformazione agricola, le imprese private di trasformazione e confezionamento dei prodotti agroalimentari, le imprese di dolciumi, biscotterie, pane e prodotti da forno. Obiettivo dell’incontro è la definizione del progetto “Campagna Amica” a Canosa di Puglia con il prezioso apporto dei produttori locali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here