Sanità nella Bat, Pistillo (UGL Giovani Bat): «La nostra provincia è discriminata, finora solo parole»

0
88

” La giunta Vendola, ancor oggi, non ha saputo offrire un’identità sana e duratura, seria e tangibile sulle vicende legate all’Ospedale Bonomo e non solo. La Regione Puglia deve dare delucidazioni in merito ai vecchi ed obsoleti nosocomi, per citarne un paio Canosa e Trani e chiarire la situazione sulle nuove realizzazioni ospedaliere previste, come Andria. Le semplici ispezioni sono fine a se stesse, è chiara la totale negligenza dei palazzi del potere regionali, che hanno dato un cattivo imprinting di quello che sarebbe dovuto essere il nostro ospedale. Credo siano palesi i problemi di sanità nella nostra città. I macchinari, la pavimentazione, il personale, lo spazio e il chiaro diritto alla salute vengono meno e l’art. 32 della Costituzione è molto chiaro e senza dubbio, non rispettato dalla Giunta Vendola”, sottolinea Salvatore Pistillo.

Tutte le agevolazioni, le rassicurazioni, la riqualificazione e la sistemazione di alcune aree della struttura ospedaliera sono state solo semplici parole, che mai finora hanno trovato riscontro pratico. L’UGL Giovani Bat vuole far sentire la propria voce a tutela di un servizio cittadino e provinciale, affinché questo territorio non sia discriminato e venga considerato in egual maniera ad altri edifici ospedalieri della Regione, affinché ricevano pari trattamento di altre città  ( vedi finanziamenti erogati alla struttura ospedaliera di Ostuni ).

Il sindacato è lontano da logiche partitiche e vuole farsi portavoce di un chiaro problema presente sul territorio provinciale.

L’ UGL Giovani offre la piena disponibilità in campo sanitario e non solo, rispettando le “competenze e le specificità” (cit. Ass. Elena Gentile), per assolvere a qualsiasi dubbio o perplessità, e garantire la tutela e il sostegno per un servizio cittadino di fondamentale importanza”, conclude la nota.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here