Barletta, sede distaccata Tribunale. Damiani: «Grazie al Commissario Manzone, sì Ufficio Giudice di Pace»

0
105

“Mi preme ritornare in argomento per ringraziare nuovamente la dott.ssa Manzone Commissario straordinario del Comune di Barletta per l’impegno profuso in difesa della sede distaccata del Tribunale a Barletta alla luce dell’ultima delibera approvata, la n° 62 del 18 aprile u.s., per il mantenimento anche degli Uffici del Giudice di Pace presso la sede ubicata in via Zanardelli.

La delibera n°62 segue di una settimana la prima deliberazione, la n° 47, con la quale il Commissario straordinario dott.ssa Manzone ha espresso parere favorevole in ordine all’utilizzazione, per ulteriori cinque anni decorrenti dal 13 settembre 2013, dell’immobile di proprietà comunale che ospita il presidio giudiziario cittadino, con l’impegno a farsi carico delle spese di gestione e manutenzione dell’immobile.

Queste due deliberazioni dimostrano in maniera inequivocabile che la città di Barletta vuole mantenere le proprie sedi giudiziarie distaccate. La volontà politico-amministrativa va solo rispettata.

Il 4 aprile scorso mi feci promotore dell’incontro tenutosi presso Palazzo di Città al fine di sollecitare l’Amministrazione ad avviare l’iter che potesse scongiurare la chiusura della sede locale del Tribunale, invitando a quel tavolo tutte le figure Istituzionali della città e le diverse organizzazioni degli avvocati.

Invito raccolto con lodevole tempestività dal Commissario Straordinario che a distanza di una settimana ha deliberato per ben due volte, atti che sono stati già trasmessi al competente Ministero di Grazia e Giustizia per la definitiva autorizzazione al prosieguo delle attività nell’immobile di proprietà comunale.

Auspico che nessuno intralci questo percorso e invito con sollecitudine il Presidente del Tribunale di Trani a prendere atto della chiara volontà manifestata dalla locale Amministrazione di Barletta vista anche l’impossibilità certificata che la città di Trani possa accogliere nell’immediato altri uffici giudiziari”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here