Barletta, Franco Pastore su protesta per Enel in zona 167: «Ragione da vendere»

0
131

I dirigenti hanno assicurato che entro fine mese con ogni probabilità saranno installati i contatori delle utenze private. Sulla vicenda è intervenuto il consigliere regionale Franco Pastore: ” Cittadini infuriati questa mattina hanno dato prova di grandissima civiltà. Nonostante le loro ragioni, e ne hanno da vendere, hanno chiesto conto a Enel su quale sia l’intoppo che impedisce loro di godere pienamente delle loro abitazioni, di andarci ad abitare veramente, giorno e notte, e non solo nelle ore diurne, quando il cantiere è al lavoro e c’è corrente elettrica. Hanno chiesto conto del motivo per cui loro, i cittadini, al proprio dovere hanno adempiuto, pagando gli oneri di urbanizzazione, ma l’energia elettrica non ce l’hanno, come pure altri servizi. Anche perché queste persone si trovano nel paradosso di dover pagare il fitto della vecchia casa e la rata del mutuo della nuova, e in questo momento è difficile. Alcuni hanno ricevuto sfratti.

La loro protesta è legittima e la condivido. Ai cittadini non spetta capire le responsabilità, a questo punto hanno solo il diritto di pretendere ciò che gli spetta. Noi politici e rappresentanti istituzionali, però, quel compito lo abbiamo. E’ nostro il dovere di vigilare affinché, come fatto fino a ora, il Comune, nonostante il commissariamento, continui a sbrigare le sue incombenze favorendo il completamento di quanto ancora manca per fare della 167 un’opera compiuta.

E non mi riferisco soltanto alle urbanizzazioni, ma anche all’intersettore, quel progetto apprezzato sul piano nazionale e, per questo anche finanziato, che diventerà un fiore all’occhiello, dotando la 167 di verde e servizi”.

Proprio nei giorni scorsi, con determinazione dirigenziale n.307 del 7 marzo, al fine di portare a compimento le opere di urbanizzazione della zona 167, il Comune ha dato disposizione di procedere all’accertamento delle entrate per esigere dalle cooperative edilizie la quota di oneri non ancora versata, pari a circa 3,5 milioni di euro, su un totale di 15 milioni.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here