Margherita di Savoia, cattivi odori dall’ex Saibi. Cusmai: «Siano resi pubblici gli esiti dei controlli»

0
191

“I cattivi odori che si sprigionano nella zona del cantiere dell’ex stabilimento Saibi stanno allarmando la cittadinanza, comprensibilmente preoccupata per la propria salute. Siano resi pubblici gli esiti dei controlli sulla qualità dell’aria che sarebbero stati effettuati. Lo si faccia in un incontro pubblico, aperto ai margheritani, cui partecipino il Commissario prefettizio, l’Ing. Bonomo, che sta dirigendo i lavori di bonifica e messa in sicurezza del sito, l’Arpa Puglia, il direttore dell’Area ‘Politiche per la riqualificazione, la tutela e la sicurezza ambientale’ della Regione Puglia e le associazioni ambientaliste”.

“Una settimana fa il Commissario prefettizio, Marcella Nicoletti, aveva cercato di tranquillizzare la cittadinanza dichiarando che ‘come da nota ricevuta dal direttore dei lavori in corso nell’ex stabilimento Saibi, i controlli effettuati sulla qualità dell’aria durante gli scavi hanno accertato l’assenza di sostanze pericolose e durante la rimozione dei rifiuti è inevitabile l’emissione temporanea di odori sgradevoli ma non pericolosi’. Innanzitutto chi ha commissionato le analisi? Lo studio ingegneristico che dirige i lavori o il Comune? E poi chi ha effettuato i controlli? Quali sono gli esiti? I margheritani possono realmente stare tranquilli? – si chiede Antonella Cusmai –. Il Commissario Nicoletti ha parlato anche di un futuro ‘assiduo, costante e stretto controllo della situazione’. In cosa consisterà e chi se ne occuperà? Saranno divulgati i risultati? I cittadini hanno bisogno di queste risposte per stare tranquilli, non può bastare una semplice dichiarazione. Lo dico con spirito costruttivo. E non si tratta di mancanza di fiducia nei confronti di chicchessia ma di una richiesta di assoluta trasparenza su una vicenda delicata che sta allarmando la popolazione di Margherita di Savoia. Le rassicurazioni del Commissario non hanno sortito l’effetto sperato. Ne è dimostrazione il fatto che ieri alcuni cittadini hanno allertato i Vigili del Fuoco, i quali hanno compiuto un sopralluogo nel sito dell’ex Saibi”.

“E allora si organizzi un incontro pubblico in cui, alla presenza dei tecnici dell’Arpa e delle associazioni ambientaliste, si rendano noti i dati relativi ai controlli sulla qualità dell’aria – conclude Antonella Cusmai, candidato sindaco di Margherita di Savoia –. E ci si impegni a dare ampia diffusione degli esiti delle successive analisi, attraverso qualsiasi mezzo, a partire dal sito internet del Comune e dai manifesti. Solo in questo modo si possono tranquillizzare i cittadini, dimostrando loro, dati alla mano, che gli odori in questione sono solo sgradevoli ma non nocivi per la salute”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here