Canosa di Puglia, Spi Cgil: «L’Amministrazione ignora il disagio degli anziani, nessuna risposta a nostre richieste»

0
105

La Lega Pensionati dello Spi Cgil attende da mesi una convocazione dall’amministrazione comunale di Canosa di Puglia. Intanto il tempo passa. Nessuna risposta arriva e le difficoltà si acuiscono. Il sindacato ha più volte inviato richieste di incontro al sindaco Ernesto La Salvia per discutere di alcune questioni che riguardano i pensionati della città. L’ultima, dopo tante altre inviate l’anno scorso, risale al 9 gennaio.

 “Chiediamo che ci sia un confronto, per esempio, sulla possibile riattivazione della convenzione per l’uso gratuito del trasporto pubblico locale per gli ultrasessantacinquenni e sulla possibilità di poter ridurre la Tassa sui Rifiuti Urbani (Tarsu) per i pensionati con basso reddito. Non solo, l’urgenza del sindacato è anche quella di affrontare il tema delle difficoltà che i cittadini, ed in particolar modo gli anziani pensionati, sono costretti a sopportare quando si recano al CUP per pagare un semplice ticket per una prestazione sanitaria, rimanendo ore in attesa con code estenuanti, a volte inutilmente per chiusura orario dello sportello, e quindi a dover ripetere il “calvario” il giorno successivo.

Non è possibile che un’amministrazione, che dovrebbe essere particolarmente sensibile ai problemi dei suoi concittadini e, ancor di più, ai disagi degli anziani e delle persone che hanno bisogno di aiuto – commenta Paolo Fasanelli, segretario della Lega Spi Cgil di Canosa di Puglia – non intervenga per eliminare od alleviare tale disagio. Per questo auspichiamo che nell’arco di pochi giorni il sindaco La Salvia ci convochi per affrontare le questioni che riguardano la qualità della vita e l’aiuto alle persone anziane”, scrive il sindacato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here