Canosa di Puglia, scuola “De Muro Lomanto” 3^ al concorso nazionale “The Rural Times”

0
1034

Il concorso, che ha visto in gara i lavori di 280 scuole giudicate da una commissione di esperti, è stato promosso dalla Rete Rurale Nazionale nell’ambito del progetto del Ministero delle Politiche Agricole alimentari e forestali e della Commissione Europea e realizzato in collaborazione con Giunti Progetti Educativi per la campagna di comunicazione ed informazione «RuraLand».

Un risultato che premia un lavoro intenso, condotto con creatività, passione e proficua sinergia tra il dirigente scolastico Nadia Landolfi, le insegnanti Piera Barbarossa, Cristina Brillante e Angela Visconti e gli alunni impegnati alla realizzazione del giornalino on-line, intitolato «Scarpe grosse e cervello fino: la sapienza del contadino», dopo aver prestato la giusta attenzione all’incontro formativo con il giornalista Paolo Pinnelli de «La Gazzetta del Mezzogiorno».

 Grande merito ai seguenti “giornalisti in erba”: Giuseppe Acquaviva, Michele Adamczyk, Giulio Alfarano, Davide Bucci, Giulia Bucci, Alessia, Caputo, Sabino Caputo, Giorgia Carabellesi, Chiara Casamassima, Annarita Di Muro, Luca Di Muro, Sabino Di Trani, Angelica Epis, Gianluca Forina, Sabino Lenoci, Francesco Lopez, Giulia Margiotta, Matteo Miracapillo, Manuel Montaruli, Michele Pinnelli, Riccardo Pischetola, Francesca Pietrangeli, Desiree Sorrenti, Giorgia Tarantino della Classe IV A ed a Biagio Barbarossa, Camilla Capacchione, Laura Cecca, Nicola Cecca, Miryam Ciffo, Giuseppe Civita, Domenico Degni, Luca Del Vento, Gianni Destino, Marco Di Giacomo, Giorgia Di Maria, Michele Di Ninno, Annalucia Di Nunno, Caterina Fiore, Fiore Silvia, Virginia Malcangio, Dalila Massa, Nicola Matarrese, Gloria Morea, Lorenzo Natale, Vincenzo Polito, Sandro Tiano, Mariagiulia Tisci, Francesco Vista della Classe IV B della Scuola Primaria «Enzo De Muro Lomanto» di Canosa di Puglia “Città d’Arte e di Cultura”.

Da questa significativa partecipazione partono proposte positive, molte idee originali ed innovative da prendere in considerazione per lo sviluppo rurale, in continua evoluzione, che può offrire ai giovani la possibilità di sbocchi occupazionali e soprattutto nell’ottica di costruire un futuro sostenibile a difesa dell’ambiente in cui viviamo.

Bartolo Carbone

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here