Trinitapoli, stato di calamità per la siccità 2012: soddisfatto vicesindaco Minervino

0
153

“Saranno numerosi i benefici e importanti le conseguenze positive – ha spiegato il vicesindaco Minervino – sia per tanti braccianti agricoli che non hanno potuto lavorare, sia per le imprese che hanno subito il colpo. Nello specifico: si potranno ottenere la proroga di rate di mutui agrari in scadenza, l’esonero parziale del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali in scadenza nei dodici mesi successivi alla data in cui si è verificato l’evento, mutui agevolati per la ricostituzione aziendale e per fronteggiare la crisi di liquidità dovuta alla perdita del prodotto. Insomma una vera manna dal cielo per un settore in crisi”.

A novembre, gli organi tecnici regionali avevano accertato la presenza delle condizioni per richiedere al Ministero la declaratoria di calamità naturale in Puglia. “Il caldo torrido ha creato problemi gravi e strutturali agli oliveti ed alla produzione agricola in generale –ha concluso l’assessore all’agricoltura del comune di Trinitapoli-. La Regione a fine novembre ha richiesto al Ministero la declaratoria per la siccità, in seguito a tutte le segnalazioni ricevute dalle amministrazioni locali. Qualche giorno fa (il 4 gennaio 2013, ndr.) è giunta la conferma del decreto di calamità da parte del Ministro Catania. Una buona notizia per i nostri agricoltori”.

 

Michele Mininni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here