Andria, assemblea Cgil lavoratori agricoli: blocco trattativa contratto provinciale

0
170

L’obiettivo è informare gli operai agricoli ed ortofrutticoli sullo stato attuale della Piattaforma del 1° Contratto Provinciale Agricolo della BAT bloccata dalle controparti Confagricoltura, Cia e Coldiretti da oltre 12 mesi. Non solo, la volontà è anche quella di sollecitare le Istituzioni ad un maggior controllo sulla legalità in agricoltura.

I lavoratori si riuniranno in assemblea per discutere delle iniziative da mettere in campo a seguito del blocco della trattativa da parte delle controparti datoriali della Provincia BAT che, in modo unilaterale, hanno deciso di sospendere la trattativa le cui motivazioni addotte, “causa del riordino ed accorpamento delle Province previsto dalla Legge di stabilità”, non sono affatto giustificate.

Tutto questo blocca di fatto le aspettative dei lavoratori agricoli ed ortofrutticoli del territorio della BAT i cui mancati aumenti contrattuali incidono sul potere di acquisto dei salari rispetto agli aumenti del costo della vita.

“I mancati aumenti contrattuali peseranno oltre che sulle condizioni salariali anche sulla contribuzione previdenziale, pensionistica e sulle prestazioni della Disoccupazione Agricola (il cui calcolo si effettua sulle retribuzioni contrattuali). Situazione questa che si aggiunge alla già pesante presenza di evasione contributiva, previdenziale e contrattuale delle aziende agricole ed ortofrutticole che costringono i lavoratori ad accettare il salario di piazza, oppure assunzioni a fronte di sottosalario, lavoro nero e grigio. Per questo facciamo appello alle Istituzioni al fine di intervenire e ridurre le condizioni di illegalità in agricoltura in questo territorio.

Tra l’altro, è giusto ricordare che mentre le altre Province della Puglia, Foggia e Lecce hanno da tempo sottoscritto e rinnovato il Contratto Provinciale e mentre Brindisi si accinge a firmarlo entro questo mese, purtroppo in questo territorio la discussione sui contenuti della piattaforma del rinnovo contrattuale non ha avuto neanche inizio”, dichiara il sindacato.

Di tutto questo i lavoratori agricoli discuteranno in assemblea cercando insieme di individuare percorsi condivisi che permettano il riavvio della trattativa del CIPL (Contratto Integrativo Provinciale di Lavoro), la sospensione del blocco della stessa, tutelando contrattualmente questa realtà territoriale, difendendo la retribuzione e le condizioni di lavoro perché la crescita e lo sviluppo di un territorio passano necessariamente anche attraverso la contrattazione Provinciale.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here