“Gli invisibili ex CCR”, il presidente Matinelli: «Auguri e speranza che il 2013 sia l’anno della svolta»

1
219

“Bisogna dare una smossa a questo sistema che vede chi ha perso il posto di lavoro come un emarginato. Per chi in questo momento si trova in mezzo a una strada, a chi mosso dalla disperazione è salito sui tetti perché ha famiglia e figli a carico e dalla sera alla mattina si è trovato improvvisamente senza lavoro, a chi sentendosi licenziato e sconfitto, nella disperazione si è tolto la vita! A chi per avere attenzione ha occupato la Cattedrale di Bari.

La perdita del lavoro, infatti, “va ben oltre la perdita dello stipendio, poiché essa è spesso accompagnata da crisi esistenziali, che coinvolgono e minacciano gli equilibri familiari”. “Il sussidio di disoccupazione non compensa la perdita di identità. Tenere a lungo fuori dell’attività lavorativa una persona significa negarle la sua identità, una negazione che non potrà mai essere compensata da alcun sussidio di disoccupazione.

Bisogna che i politici diano un segnale decisivo. Urge agire immediatamente per ridare serenità. Fare politica significa servire la comunità! Se la comunità sta male, bisogna risolvere, quel male. Bisogna farli mettere nei panni di tutti i cittadini senza lavoro. ‘LAVORO PER TUTTI, SI’ POLITICHE NUOVE E CORAGGIOSE’  – Il lavoro è “un bene fondamentale per la persona, la famiglia, la società”, e “a un tale bene corrispondono un dovere e un diritto che esigono coraggiose e nuove politiche del lavoro per tutti”.

Lo afferma Benedetto XVI nel suo Messaggio per la Giornata mondiale della pace 2013.

Mi piace pensare che il Natale possa cancellare le incomprensioni, le ingiustizie, l’indifferenza e la cattiveria che purtroppo sono presenti nella vita di molti, lasciando posto ad una speranza. Spero che il 2013 sia veramente l’anno della svolta.

E’ con rinnovata stima che auguro a tutti noi ed in particolare alle nostre famiglie, che ci sopportano in silenzio, un sereno NATALE E FELICE ANNO NUOVO e che Dio ci benedica sempre”.

1 COMMENTO

  1. vergogna!!!!! hio ho’ 59 anni , in questi 10 anni, ho fatto corsi di tutti tipi,ass.per disabili-1200 ore–socio sanitario-400-ore–ancora corso computer–corso–inglese-corso-relazione d’aiuto. per integrarsi lavorativamente, come la pensa italia lavoro, mandato curriculum mezzo mondo,mi ritrovo ha essere mantenuta dai miei figli, sono mono redito
    per dire redito,(400-euro)e dopo tutto cio’ sono ancora a casa vergogna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here