Canosa di Puglia, pubblicate graduatorie contributo Assistenza Indiretta Personalizzata

0
213

Con Determina Dirigenziale n.154 del 22 novembre 2012, la Dirigente dell’Ufficio di Piano, Anna Fontana, ha provveduto ad approvare la graduatoria definitiva degli ammessi, così come generata dalla piattaforma informatica della Regione Puglia, unitamente all’elenco delle domande non ammissibili.

L’Assistenza Indiretta personalizzata è un contributo economico per persone in condizioni di non autosufficienza gravissima, messo a disposizione dalla Regione Puglia, a valere sul Fondo per le non autosufficienze, che è stato istituito in forma sperimentale con la pubblicazione sul Burp n. 32 del 18/02/2012 dell’Avviso Pubblico n. 29/10. All’ambito di Canosa di Puglia, che comprende anche i comuni di Minervino Murge e Spinazzola, sono state attribuite risorse finanziarie pari ad € 179.790.63.

Al termine della fase istruttoria gestita dal Servizio Sociale Professionale, che ha esaminato la documentazione cartacea, richiedendo ove necessario le dovute integrazioni e procedendo alla verifica della situazione familiare, reddituale e sociale di ciascun richiedente, si è passati alla fase di valutazione di tutte le istanze da parte della competente Unità di Valutazione Multidimensionale del Distretto ASL BT n. 3. Le risultanze della fase istruttoria e della fase di valutazione sono state inserite nella piattaforma regionale http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SolidarietaSociale/Registri che, al termine delle attività, ha generato la graduatoria definitiva degli ammessi e l’elenco dei non ammessi.

Le sedute dell’Unità di Valutazione Multidimensionale sono state complessivamente 13, sono state valutate le 163 istanze pervenute delle quali 116 sono state dichiarate ammissibili e 47 non ammissibili.

“Si precisa – ha detto Anna Fontana – che ai fini della liquidazione del contributo, che ammonta per ciascun beneficiario a 800 euro mensili per una annualità, l’Ufficio di Piano dovrà effettuare la verifica di eventuali ex equo, il ricalcolo del beneficio spettante a coloro i quali avessero già usufruito dell’assegno di cura e il calcolo del beneficio effettivamente spettante ai deceduti in base alla data del decesso e a coloro i quali fossero stati ricoverati in RSA o in altra struttura sociosanitaria assistenziale o riabilitativa, secondo quanto previsto dall’art. 4 dell’Avviso regionale”.

“Pertanto – ha dichiarato la Dirigente dell’ Ufficio di Piano – , dalla graduatoria così come generata dei soggetti ammissibili, potranno accedere al beneficio previsto, i soggetti collocati utilmente nella graduatoria in ordine decrescente fino ad esaurimento delle risorse finanziarie messe a disposizione dell’Ambito dalla Regione Puglia e l’ufficio ha calcolato che potranno accedere al beneficio circa 19 soggetti salvo scorrimento della graduatoria.”

“Pur nel limite delle risorse assegnate, che purtroppo non consentono di erogare il beneficio ad un numero maggiore di richiedenti – ha sottolineato l’assessore alle Politiche sociali, Francesco Minerva – , questo contributo potrà costituire un sollievo per le famiglie che sostengono carichi di cura estremamente gravosi nei confronti di loro congiunti affetti da forme di non autosufficienza gravissime, e nei confronti di coloro ai quali il contributo è riconosciuto, anche se purtroppo già deceduti”.

Le graduatorie sono visibili all’albo pretorio on line del Comune di Canosa e cliccando su questo link. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here