Andria, presidio Libera apre la “Bottega dei Sapori della Legalità”

0
178

L’inaugurazione della sede, venerdì 7 dicembre alle ore 19, in via Genova 10, coinciderà con l’intitolazione del Presidio di Andria a Renata Fonte, Assessore del Comune di Nardò uccisa dalla mafia per essersi battuta contro la lottizzazione e la speculazione edilizia del Parco Naturale di Porto Selvaggio che oggi, grazie al suo sacrificio, è un’oasi incontaminata di bellezza mediterranea, ma che prima della sua uccisione era oggetto di cupi obiettivi speculativi da parte di accertati componenti della S.C.U.

Alla cerimonia di inaugurazione interverranno: Nicola Giorgino, Sindaco di Andria, Sabrina Matrangola, figlia di Renata Fonte, don Geremia Acri dell’ Associazione Salah, Mario Dabbicco, responsabile provinciale di Libera.

La bottega dei sapori della Legalita’ sarà gestita dall’Associazione Salah che ne assicurerà l’apertura quotidiana. In essa si potranno acquistare una vasta gamma di prodotti di qualità provenienti dalle terre confiscate alla mafia: pasta, vino, olio prodotto in Andria, legumi, passata di pomodoro, marmellata. Con queste produzioni di qualità Libera propone un’altra opportunità per aderire ai principi di cooperazione e legalità che animano i suoi progetti. Attraverso l’acquisto di prodotti si sosterrà un modo diverso di fare economia, un modo concreto per sostenere le cooperative che ogni giorno lavorano nei terreni che un tempo appartenevano alla criminalità organizzata. Sono prodotti buoni, puliti e giusti.

Nella Bottega, nel periodo natalizio, si potranno acquistare “I panieri dei sapori” che, in elegante confezione natalizia, contengono prodotti che nascono dalla contaminazione positiva dei territori nella condivisione dello spirito e delle regole del progetto Libera Terra. Puoi sostenere Libera anche con un dono di Natale che, rispetto ai doni tradizionali, ha il grande valore aggiunto della legalità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here