Giornate nazionali Sicurezza Scuole: intervento dell’ass. provinciale Campana

0
109

La ricorrenza delle giornate nazionali della sicurezza nelle scuole, fissata per il 23 e il 24 novembre, è motivo di riflessione sulla condizione degli istituti scolastici presenti sul nostro territorio.

E’ evidente che il tema è di particolare interesse se si conviene che nella gerarchia delle priorità, le scuole sono secondarie solo agli ospedali, quanto a sicurezza: non è accettabile che in costanza di eventi catastrofici quali i terremoti, ad esempio, proprio i presidi di tutela e sicurezza possano essere i primi ad essere evacuati se non garantiscono l’incolumità di pazienti ricoverati e quanti dovranno ricorrervi.

Altrettanto evidente è l’esigenza di ingenti risorse affinchè si possa affrontare consapevolmente la delicatissima questione, se è vero come è vero che nulla si può fare con nulla.

Ciò detto, soccorre il principio secondo il quale i bisogni vanno programmati seguendo una scala di priorità.

Per questo con la costituzione della nostra Provincia ci siamo posti subito l’esigenza di passare ad una sorta di catalogazione degli istituti provinciali per quelle che sono le problematiche strutturali: fase successiva, lo studio e/o la progettazione di specifici interventi cantierabili.

L’idea è quella di poter avere una sorta di parco progetti/interventi, da poter proporre ad ogni eventuale forma di finanziamento riveniente da bandi regionali, nazionali o comunitari, ferme le possibilità di finanziamento diretto o in proprio da parte della stessa Provincia.

Certo, l’attuale fase di incertezza sul futuro delle Province non aiuta le attività di programmazione. Pertanto ed in ogni caso, il nostro impegno procede nella speranza che noi o chi eventualmente seguirà, si possa essere nelle migliori condizioni per dare seguito alle iniziative in materia.

A riguardo va ricordato il primo intervento pilota eseguito presso il Liceo Scientifico “Cafiero” di Barletta, per la messa in sicurezza dell’immobile contro il rischio sismico: già nel 2009 furono utilizzati 100.000 euro. Partirà all’inizio del prossimo mese di dicembre, invece, il secondo intervento che ne completerà i lavori grazie ai 700.000 euro messi a disposizione dalla Provincia con il proprio bilancio.

E’ questa una materia di più diretta pertinenza della Regione Puglia, nel quadro delle risorse riservate alle opere pubbliche. Ma è chiaro che con il concorso di tutti gli organismi coinvolti e con la programmazione dei bisogni, possiamo realizzare un graduale recupero delle più marcate condizioni di necessità.

In tale prospettive è di questi giorni la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale – la n. 266 del 14 novembre 2012 – della Deliberazione Cipe sui Fondi FAS. Tra le altre risorse, 41,30 milioni di euro son assegnati alle azioni/intervento “istruzione”, per il recupero e la qualificazione del patrimonio infrastrutturale degli istituti scolastici.

La Provincia Barletta – Andria – Trani, si candida a concorrervi per sostenere tutte le esigenze delle strutture di competenza provinciale”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here