Controlli impianti termici, sospesa efficacia delle multe: ci saranno nuovi controlli

0
111

«Abbiamo preso atto dell’ordine del giorno approvato in questi giorni dal Consiglio provinciale e delle numerose lamentele da parte dei cittadini – ha proseguito Ventola -. Per questo ritenevamo opportuno che, senza ledere in alcun modo il contratto legittimamente esistente con l’Asax, fosse sospesa l’efficacia delle multe e venissero riaperti, in uno spazio-temporale di trenta giorni, i controlli nelle case di quanti avessero ricevuto le sanzioni. In occasione dei nuovi controlli, le vecchie multe saranno strappate sotto gli occhi dei cittadini».

«Ringrazio i Consiglieri provinciali che non solo attraverso l’ordine del giorno in Consiglio ma anche attraverso le loro continue sollecitazioni ci hanno consentito di trovare questa soluzione – ha invece affermato l’Assessore provinciale alla Pianificazione Territoriale ed Urbanistica Domenico Campana -. A breve provvederemo ad istituire la Consulta provinciale per gli impianti termici, prevista dal Regolamento Provinciale».

«Siamo disponibili a sospendere temporaneamente la richiesta di incasso delle multe sino all’accertamento, anche in contraddittorio, delle motivazioni dello stesso addebito – ha invece affermato l’Amministratore Unico della Società Consortile Asax s.r.l. Biagio Buttazzo -. Ci sembra una precisazione doverosa a fronte di numerose segnalazioni. Tengo a precisare che non abbiamo mai agito in assenza di obblighi derivanti dalla legge e dal contratto che ci consentono di fornire questo servizio. A dimostrazione della buona fede e del rispetto delle leggi e dei cittadini, in accordo con la Provincia, abbiamo pensato alla sospensione temporanea delle sanzioni. Per fugare ogni altro dubbio dovesse sorgere – ha poi concluso Biago Buttazzo – siamo disponibili in qualsiasi momento a fornire, carte alla mano, ogni chiarimento richiesto, compresi i contratti stipulati dal Notaio. Se qualcuno non intravede l’utilità del servizio che offriamo, è libero di proporre modifiche al contratto o al regolamento nelle sedi istituzionali opportune, senza però gettare ombre sull’operato trasparente della nostra società, legittimato e supportato da ogni riferimento normativo richiesto”.

Altra novità di giornata è stata fornita dal Presidente della Provincia Francesco Ventola. «La quota parte delle risorse economiche che la Provincia incamererà dalle multe per il rifiuto o l’assenza durante i controllo concordati, saranno destinate a vantaggio di soggetti meno abbienti, affinchè possano rimettere a norma i propri impianti termici. In questa iniziativa – ha precisato il Presidente Ventola – coinvolgeremo i Comuni in cui eroghiamo il servizio (Andria, Trani, Canosa, Minervino e Spinazzola), per concordare la formula più utile che consenta ai cittadini meno abbienti di mettere in sicurezza i propri impianti con il contributo pubblico della Provincia».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here