A Barletta il grande Pietro Mennea: “La corsa non finisce mai” e il premio “Città di Sfide”

0
294

La “freccia del sud” che sfidava da ragazzino le Porsche lungo viale Giannone, ha emozionato tutto il pubblico barlettano mentre, durante l’incontro moderato dalla giornalista Floriana Tolve,  ricordava la sua carriera agonistica e la sua giovinezza vissuta correndo e alleandosi con dedizione nei campi sportivi di Barletta.

“Dopo 33 anni dal mio record ex mondiale oggi europeo dei 200 metri con il tempo di 19”72 raggiunto alle Olimpiadi di città del Messico il 12 settembre 1979, sono ancora orgoglioso, e a livello mondiale  resto comunque l’atleta che si è allenato di più di tutti gli altri, ma devo ammettere che oggi con il mio 19” 72 mi sarei classificato secondo se non terzo alle olimpiadi di Londra” – ha affermato Mennea.

“Chissà quanti Mennea ci potrebbero ancora essere oggi” – cita il campione nel suo libro La corsa non finisce mai –“ Questo è un messaggio che voglio lanciare ai giovani – ha proseguito Mennea – io non ero un predestinato ma come in tutti settori della vita così come nello sport solo la passione e l’impegno sono le armi vincenti per andare avanti”.

Le  riflessioni di Mennea sono proseguite ricordando anche i suoi allenatori, dal prof. Mascolo sino a  Vittori: “ Il mio ritiro dallo sport è stato dovuto ad una mancanza di motivazione, Vittori era un allenatore ma non di certo un motivatore.”

Un eccellente carriera sportiva  priva di “doping”, seguita da quattro lauree, unico rappresentante  italiano nella Commissione europea guidata da Barroso, oggi docente di Legislazione europea delle attività motorie e sportive presso la Facoltà di Scienze dell’Educazione Motoria dell’Università  di Chieti, sono i tanti traguardi raggiunti dal velocista barlettano,  al quale  la sua città natale  ha anche riconosciuto, sempre nella giornata di ieri , il premio “Città di Sfide” promosso dall’amministrazione insieme al Rotary Club di Barletta.

[nggallery id=379]

Un ‘intera giornata, dedicata interamente al  corridore barlettano ; dopo la presentazione dei suoi testi il cui ricavato sarà devoluto  in beneficenza alla “Fondazione Mennea”, la freccia  del sud ha raggiunto il teatro Curci all’interno del quale  si è tenuta la cerimonia di premiazione, in presenza sia delle  istituzioni, il presidente della provincia Bat Francesco Ventola e  l’assessore regionale allo sport Maria Campese,  quanto dei numerosi barlettani riconoscenti a Pietro Mennea,  per aver dato lustro  alla città della disfida.

Dora Dibenedetto

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here