Canosa di Puglia, rilancio per la storica azienda Igam Spa: “Le sfide del cambiamento”

0
1431

A tal proposito si terrà venerdì 5 ottobre, alle 11.00 presso la sede dell’Igam spa (via Pozzillo – Canosa), l’incontro dal titolo “Le sfide del cambiamento”. Interverrà Antonio Di Gennaro, Presidente della Igam.

Si discuterà di una nuova fase di vita dell’azienda, fortemente volta alla rilettura in chiave competitiva delle nuove sfide di mercato ma che nel contempo segna anche l’inizio di un percorso che sancisce, l’ingresso attivo, in capo all’azienda, della seconda generazione della famiglia di Gennaro, in modo da definire le attività di Gruppo con l’obiettivo dichiarato di affrontare le nuove sfide di mercato, utilizzando in maniera sinergica le varie expertise presenti al loro interno.

“Un piano di sviluppo che nei prossimi mesi, vedrà protagonista, l’azienda capofila IGAM SPA, mediante utilizzo di una struttura produttiva in SERBIA – ha dichiarato il Presidente Di Gennaro – . Tale struttura oltre a garantire il fabbisogno della Serbia, sarà principalmente votata a garantire gli approvvigionamenti di prodotto per i mercati esteri, in primis quelli dell’Est, come ad esempio quelli relativi alla produzione legata alla licenza Pierre Cardin”.

Licenza che, è bene ricordarlo, la IGAM SPA produce e distribuisce, in riferimento all’intimo e alla pigiameria per i mercati di RUSSIA, BIELORUSSIA ed UCRAINA, e che tramite la FASHION LIVE, fornisce il mercato dell’abbigliamento esterno in Italia.

Infatti, il segmento delle licenze, per la Igam Spa, impegnerà anche per il prossimo anno, la struttura organizzativa aziendale.

Il marchio “KRIZIAPOI” per il segmento intimo e pigiameria donna – ha proseguito il Presidente –  e il marchio “FIORUCCI” per un segmento più giovane e trasversale per uomo e per donna, vedranno nel 2013, sempre più consolidare i loro fatturati per quanto riguarda il mercato dell’intimo e della pigiameria sia in Italia, che all’estero. Senza dimenticare l’inserimento di un nuovo marchio SERGIO TACCHINI, per uomo donna e bambino. Ciò confermando il riconoscimento dato alla Igam, come partner commerciale affidabile, e con un elevato livello di expertise nella realizzazione di prodotti di ottima qualità, ed in parte realizzato mediante fasi produttive che vengono gestite ancora nell’ambito del distretto che gravita intorno a Canosa di Puglia”.

Inoltre, il piano di rafforzamento nel mercato dell’intimo, sarà sancito da un nuovo progetto di respiro internazionale legato ad un nuovo marchio dell’azienda IGAM SPA, nato a  fine 2011, ma che già sta manifestando le sue enormi potenzialità, sia in Italia, che all’estero: “QBO’ UNDERWEAR”.

Progetto che ha già permesso all’azienda di aprirsi a nuovi mercati finora non serviti, come il mercato USA, del CANADA e del MESSICO. E che vedrà l’azienda concentrata nell’”esportare” il suo saper fare prodotto, ad ogni latitudine.

“Proprio il consolidamento della presenza della Igam sul mercato estero è la nuova sfida che la proprietà si prefigge per i prossimi anni – ha concluso Antonio Di Gennaro – . In tale ottica è ad esempio da inquadrarsi, anche la sottoscrizione di sponsorizzazione, con la più importante squadra della Serbia, la Stella Rossa Belgrado. Infatti per i prossimi 3 anni la Igam, (con il marchio NOTTINGHAM per la stagione 2012-2013), sarà uno dei 4 main sponsor insieme a “GASPROM” della squadra con presenza sulla maglia da gioco. A rinnovare ancora, la propensione dell’azienda a dare massimo rilevanza alla comunicazione. Anche per il prossimo anno, come per già per gli ultimi mesi del 2012,  nonostante una situazione di mercato che non invoglia molto le aziende ad investire, l’azienda si prefigge di confermare una presenza importante in comunicazione, mediante campagne affissione e stampa sulle più importanti riviste mainstream”. Il 2013 si presenta, quindi, come un anno ricco di progetti e di sfide da cogliere, cui il gruppo saprà sicuramente far fronte, in  linea con quanto da più di 25 anni ha saputo dimostrare al mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here