Trinitapoli, più carburante agricolo dopo la siccità. Interviene l’assessore Minervino

0
220

“Puntiamo ad ottenere lo stesso risultato dell’anno scorso –ha detto il vicesindaco di Trinitapoli-, quando la Regione grazie all’intervento dell’assessore Dario Stefano riuscì ad accontentare le richieste degli agricoltori di Trinitapoli. Anche in quel caso facemmo da intermediari, dopo le richieste dei nostri agricoltori. Come amministrazione comunale anche quest’anno ci mossi con i tempi giusti per riuscire a chiedere una maggiorazione alle assegnazione di carburante, dopo la pesante siccità avuta nei mesi di maggio, giugno, luglio e agosto, che ste pregiudicando la produzione”.

Con delibera di giunta numero 108 dello scorso 13 agosto l’amministrazione guidata dal sindaco Francesco di Feo ha richiesto ufficialmente alla Regione Puglia la maggiorazione nelle assegnazioni di carburante agricolo.

“L’art. 2 comma 2 del decreto ministeriale del 26 febbraio 2002 prevede la possibilità per le regioni di disporre di maggiorazioni al verificarsi di diverse condizioni, fra cui la siccità – ha spiegato l’assessore Minervino-. Siamo intervenuti come giunta per riuscire ad ottenere quest’aumento che serve molto ai nostri agricoltori, con l’ufficio agricoltura stiamo lavorando per riuscire ad interagire con la Regione e dare un po’ d’ossigeno ai nostri agricoltori”.

Da un lato la richiesta per la maggiorazione alle assegnazioni di carburante, dall’altro l’assessorato all’agricoltura di Trinitapoli ha chiesto un tavolo tecnico con la Regione e il consorzio di Bonifica per discutere dell’impianto di raccolta e depurazione non ancora in funzione, che potrebbe sbloccare diversi problemi legati all’irrigazione dei campi.

“Recuperare una struttura esistente rappresenterebbe un risultato straordinario per la nostra agricoltura –ha concluso il vicesindaco Minervino-. Abbiamo chiesto a Regione Puglia e Consorzio di Bonifica di mettersi attorno a un tavolo per riuscire a trovare una soluzione. Recuperare l’acqua prodotta da quell’impianto risolverebbe tanti problemi per i nostri agricoltori”.

 

Michele Mininni

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here