Margherita di Savoia, bonifica ex Saibi: conferenza per illustrare i lavori

0
174

 

Finalmente ripartono i lavori di bonifica nel cantiere allestito lo scorso mese. Saranno tre gli esperti, pronti a rispondere alle domande di chi interverrà alla conferenza, che esporranno cosa succederà all’ex-SAIBI: l’ing. Lorenzo Buonomo, direttore dei lavori, colui cioè che si occuperà di seguire la parte amministrativa e burocratica del progetto, e i due direttori operativi, con competenze specifiche per singole materie: il prof. Antonio Di Molfetta, docente universitario del Politecnico di Torino, esperto in idrogeologia e l’ing. Valerio Zolla.

 

I tre esperti, aiutati dalla proiezione di immagini tecnico-divulgative, spiegheranno i risultati dell’implementazione delle indagini all’area dell’intero territorio comunale e che riguardano la situazione di variazione del suolo e acquiferi circostante al sito.

 

Già nel 2008 erano state fatte delle analisi che però erano rimaste circoscritte al solo sito ex-SAIBI. Venerdì prossimo, invece, verranno illustrate pubblicamente le risultanze degli ulteriori rilievi richiesti, che comprendono un territorio più ampio, e che hanno confermato con maggiore completezza, il vecchio progetto.

 

Per circa un anno si susseguiranno una serie di lavori nel cantiere allestito nei mesi scorsi e che vedranno la rimozione dei fabbricati non contaminati già demoliti, la successiva rimozione dei fabbricati contaminati e dei terreni contaminati (le cosiddette sorgenti primarie di contaminazione), ed infine, la vera e propria fase di bonifica, ovvero la messa in sicurezza permanete dell’area. Questa operazione avverrà tramite il posizionamento di un diaframma plastico su tutto il perimetro del sito e una copertura impermeabile, su cui verrà seminato un prato, per “incapsulare” i terreni contaminati ed impedire che possa esserci propagazione.

 

Cosa si devono aspettare i cittadini alla fine dei lavori? La sicurezza di Margherita e il recupero ambientale: solo una leggera bombatura nel terreno che ricopre il sito ex-SAIBI e un prato verde, insomma, una collinetta verde.

 

 


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here