Canosa di Puglia, dopo il nubifragio messo in sicurezza l’Ipaa: le foto

0
304

Ad annunciarli è l’Assessorato all’Edilizia Scolastica della Provincia di Barletta – Andria – Trani, Domenico Campana, ed il Settore competente della Provincia, diretto dall’Ing. Mario Maggio.

Come noto, all’interno delle aree di pertinenza dell’Einaudi, ricadeva da diversi anni un manufatto in stato di totale abbandono e degrado. In seguito all’approvazione del bilancio di previsione 2012, i tecnici del Settore Edilizia, Manutenzione ed Impianti Termici della Provincia hanno redatto una perizia di stima relativa ai lavori di recupero e risanamento ambientale delle aree esterne all’istituto, finalizzati ad ottenere una migliore fruizione delle aree esterne, per una somma complessiva impegnata pari a 90mila euro.

Dopo la tromba d’aria e l’eccezionale temporale verificatosi nella giornata di domenica 2 settembre, tuttavia, si era ulteriormente aggravato lo stato del manufatto, provocando infiltrazioni, distacchi di intonaco e materiale lapideo, oltre a fessurazioni di notevole entità.

A quel punto, il Dirigente del Settore Mario Maggio, una volta recatosi sul luogo e constatata la situazione di imminente pericolo, ha dichiarato la necessità di eseguire immediatamente gli interventi di messa in sicurezza dell’area esterna nonché la demolizione del manufatto pericolante, al fine di preservare l’incolumità pubblica e privata.

I lavori, affidati lo scorso 7 settembre con procedura di somma urgenza all’impresa “Lavori edili e Stradali di Avella Cosimo Damiano & Michele s.n.c.” di Ruvo di Puglia, verranno completati prima dell’inizio delle attività didattiche.

[nggallery id=312]

«Il recupero dei lavori esterni all’istituto era già in cantiere con l’approvazione del Bilancio di previsione del 2012 – hanno ricordato i Consiglieri provinciali canosini Fedele Lovino, Nicola Di Palma e Savino Matarrese -. Le ingenti piogge verificatesi nei giorni scorsi, tuttavia, hanno indotto la Provincia ad accelerare i tempi, procedendo altresì con la demolizione del manufatto che avrebbe potuto causare seri rischi all’incolumità delle persone. A questo punto non resta che attendere l’inizio dei lavori per la realizzazione del nuovo plesso, che presumibilmente avranno inizio entro la fine dell’anno».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here