Bisceglie e il nuovo ospedale nel nord barese. Angarano (Pd): «Bene, ma tutelare anche quello cittadino»

0
243

Il fervore è scaturito anche dal fatto che abbiano scelto tenendo conto che l’assoluta priorità fosse la qualità dei servizi e la capacità di rispondere con efficienza alla domanda di salute dei cittadini. Nella nota, si legge :”Nell’interesse dei cittadini, abbiamo combattuto insieme la giusta battaglia per la salvaguardia del diritto alla salute e all’equità delle cure, che non è la semplice disponibilità di servizi sanitari, ma è la reale possibilità di utilizzo degli stessi per raggiungere un effettivo stato di salute da parte dell’utente in base ai suoi bisogni. Adesso l’impegno del Partito Democratico di Bisceglie continuerà, con il coinvolgimento ampio della cittadinanza e degli operatori del settore, nello sviluppo di ulteriori proposte in merito alla progettualità e concreta fattibilità del nuovo ospedale, con particolare attenzione alla previsione di tempi ragionevoli di cantierizzazione.

Nel frattempo, dobbiamo continuare a sostenere e tutelare il nostro nosocomio cittadino; a tal proposito, pur coscienti dei pesanti sacrifici imposti dal piano di rientro, ci allarma il trasferimento di alcune strutture complesse avvenuto con il recente riordino delle piante organiche.” Non sono solo elogi, ovviamente da parte del Pd di Bisceglie ci sono anche preoccupazioni riguardo la sanità in particolare :” Il grave depotenziamento delle unità complesse di chirurgia, di ortopedia, di cardiologia e del Pronto soccorso, tutto ciò, nonostante l’aumento dei posti letto disponibili (da 21 a 24 per Chirurgia generale e da 15 a 20 per Ortopedia e traumatologia) e la generalità delle cure assicurate che sicuramente giustificano un’Unità complessa.”

Le richieste quindi all’amministrazione, in particolar modo rivolte al Sindaco Francesco Spina (La puglia prima di tutto) di intervenire “tutela dei livelli assistenziali e della salute dei cittadini anziché perdere tempo prezioso per fare manifesti autocelebrativi in cui addirittura si prospettano nuovi posti di lavoro proprio mentre assistiamo ad un imponente calo occupazionale di addetti nel settore della sanità. – Conclude la nota il consigliere Angarano- A lui chiediamo di farsi promotore, in sede di assemblea dei Sindaci dell’ASL Bat e presso il direttore generale, delle istanze biscegliesi e della necessità di evitare un grave danno all’efficienza e qualità delle prestazioni con conseguente penalizzazione per il personale e per gli utenti.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here