Fiction su Graziella Mansi: “Una vita spezzata”, presentazione a Gravina in Puglia

0
503

Alla conferenza stampa sono intervenuti  il sindaco di Gravina in Puglia, Dott. Alesio Valente, l’Assessore alla Cultura e spettacolo, Dott.ssa Laura Marchetti, l’Assessore Arch.  Maddalena Grillo, un rappresentante del Parco Nazionale dell’Alta Murgia e i consiglieri comunali Angelo Petrara, Mimmo Calderoni, l’ ideatore e co-produttore Vincenzo Loconte, il regista Beppe Liso, una piccola rappresentanza del cast : Rosanna Lovaglio, Francesco de Felice, Sabino Matera, Francesco Sinisi, Micky Calabrese e il cameraman Antonio Chiaromonte.

Molto significative le parole del sindaco che ha ringraziato i presenti, dando il benvenuto agli ospiti e in particolar modo a Loconte ed Evangelista, ideatori e produttori del Progetto: “Una vita spezzata”, la storia delle vicende atroci accadute alla piccola Graziella Mansi di anni 8, sequestrata, violentata e bruciata viva ai piedi di Castel del Monte (Andria).

Vincenzo Loconte ha parlato del suo Progetto e dell’Associazione AILAP (Associazione Italiana Lotta Alla Pedofilia) dallo stesso ideata e fortemente voluta.

Il Progetto Fiction vedrà interessati i comuni di Andria, Corato, Ruvo di Puglia, Margherita di Savoia, Canosa di Puglia, Altamura, Potenza e Gravina in Puglia che hanno dato il Patrocinio per le riprese in alcune location utilizzabili per i ciak.

Il Parco dell’Alta Murgia ha dato la sua piena disponibilità al Progetto, con contributi di varia natura.

Il regista Beppe Liso  ha sottolineato e fatto rilevare  ai presenti quanto il paesaggio di Gravina  offre come set cinematografico naturale.

L’ass. Laura Marchetti ha ribadito che a Gravina si sono girati film importanti come “”C’era una volta” ”, “Di Vittorio”” e altri ed ha pubblicamente approvato appieno il Progetto, auspicando che la fiction  “Una vita spezzata” entri nelle scuole, con dolcezza e delicatezza, alla portata dei ragazzi evitando scene tragiche o impressionanti.

L’Ass. Grillo, invece, ha ribadito la necessità di dare di Gravina un’ immagine meno cupa, in quanto, per fatti di cronaca in precedenza accaduti, il luogo è apparso solo in negativo.

In contemporanea con lo svolgimento della conferenza stampa, sullo schermo gigante si potevano ammirare alcune location  di Gravina scelte per i ciak. A conclusione il moderatore,  Rosanna Lovaglio, ha ringraziato i presenti dando appuntamento ai prossimi incontri programmati, per ulteriori notizie inerenti la fiction in questione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here