Canosa di Puglia, raccolta rifiuti porta a porta: pronti gazebo informativi

0
253

A Canosa è in corso la spedizione dei kit per la raccolta differenziata a tutte le famiglie, contenente bidoncini, sacchetti e calendario dei giorni di raccolta dei rifiuti.  Cambia tutto, quindi, nella gestione dei rifiuti in città, grazie al nuovo appalto congiunto affidato per 7 anni alle imprese associate “Sangalli e Ecolife”. Lo stesso sistema di raccolta rifiuti partirà, in maniera congiunta, anche nella città di Andria. Mentre nella città di Canosa sarà la ditta “Ecolife” ad occuparsi del sistema di raccolta rifiuti, per quanto riguarda la città di Andria se ne occuperà la ditta “Sangalli”.

Scompariranno i cassonetti in strada e resteranno solo le campane per la raccolta del vetro. Mentre per gli esercizi pubblici la raccolta sarà di tipo “porta a porta” per tutte le frazioni, compresi gli imballaggi in vetro. “Questo sistema – ha ribadito il vicesindaco Pietro Basile, assessore all’Ambiente –  sarà adottato per adeguarci ai migliori standard nazionali e europei, riducendo lo smaltimento indifferenziato. Non solo. Attraverso questo nuovo sistema di raccolta rifiuti si allontana il rischio di incorrere in un’esplosione incontrollabile dei costi di gestione”.

Alcuni gazebo saranno a disposizione della cittadinanza per fornire in maniera gratuita informazioni relative al conferimento della raccolta differenziata: a partire dalle 18 fino alle 22, i volontari delle realtà associative locali, insieme alla Giunta e ai Consiglieri Comunali, saranno il 13 agosto presso il gazebo installato a piazza Vittorio Veneto, il 22 agosto in quello posizionato a piazza Padre Antonio Maria Losito (zona Canosa Alta), il 29 agosto a Parco Almirante (zona Canosa Alta) e il 30 e 31 agosto nella centralissima piazza Vittorio Veneto.

Il nuovo servizio, coordinato dall’Ambito territoriale Bari 1, è stato tarato per ottenere almeno il 65% di raccolta differenziata, che corrisponde agli obiettivi che la normativa impone oggi ai Comuni. “Per raggiungere questi obiettivi è decisiva l’adesione della popolazione e delle attività canosine a questa iniziativa”, ha detto l’assessore all’Ambiente. La raccolta differenziata, infatti, rappresenta l’unica possibilità per ridurre significativamente i rifiuti che confluiscono in maniera indiscriminata nelle discariche e per limitare l’uso delle materie prime naturali, che, per definizione, rappresentano una risorsa non infinita, bensì destinata ad esaurimento, se non gestita in maniera oculata.

“Per creare una vera e propria cultura del riciclaggio – ha concluso il sindaco, Ernesto La Salvia – , occorre intraprendere azioni mirate alla sensibilizzazione. Per questo, come da programma, viene messo in atto un capillare e duraturo programma di comunicazione che, in sintesi, prevede la distribuzione di dettagliati materiali informativi insieme alle attrezzature per la raccolta differenziata, incontri pubblici nei quartieri ma anche altre azioni di base (passaggi radiofonici e televisivi in fase di partenza e report per la stampa durante l’intero arco dell’appalto), di formazione (nelle scuole), di valutazione della soddisfazione e di implementazione culturale”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here