Bisceglie, Casa Divina Provvidenza: la rabbia dei lavoratori, sit-in di protesta Usppi

0
148

Il sit-in di protesta, previsto per martedì 28 agosto, avrà pertanto l’intento di  “ chiedere con forza il pagamento degli stipendi di luglio. Si ricorda – si legge nella nota messa a punto dai rappresentanti dell’Usppi – che a fine luglio, una ristretta delegazione dei lavoratori, guidati dal segretario regionale Usppi Nicola Brescia e dal segretario provinciale confederale Nicola Preziosa, ha incontrato l’assessore Attolini, che ha “promesso” di rivedere la retta, ferma da oltre un decennio, e la riclassificazione dell’Istituto Ortofrenico”.

“Usppi denuncia il mancato pagamento degli stipendi di luglio, nei confronti di circa mille lavoratori della Casa Divina Provvidenza di Bisceglie – si prosegue nel comunicato-  ha già di fatto colpito individualmente i lavoratori più deboli dell’ente, che non riescono più a pagare le bollette del gas, della luce, il mutuo etc., con grave ripercussione sulle loro famiglie. Il pagamento degli emolumenti spettanti alla Cdp, potrebbe allentare la tensione anche dei lavoratori delle ditte esterne (vedasi Ambrosia) che erogano pasti e pulizie all’interno della stessa Cdp, che non percepiscono da diversi mesi gli stipendi”.

“In mancanza di tali emolumenti – aggiunge la nota sindacale – i lavoratori della societa’ Ambrosia potrebbero interrompere un servizio essenziale tanto da ipotizzare l’interruzione di un pubblico servizio”.

Preoccupante dunque, il messaggio lanciato dal sindacato Usppi  agli organi di stampa, in quanto l’ente ha sottolineato  nella nota un’ esortazione verso il Prefetto, affinché anche questa figura istituzionale sappia  “che potrebbe esplodere nei prossimi giorni, la rabbia dei lavoratori, con eventuali problemi di ordine pubblico”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here