Andria, pittore “sfrattato” da Castel del Monte: sospeso sciopero fame, trovato accordo

0
219

Si tratta di Giuseppe Di Corato, andriese di 45 anni, da 14 artista in zona Castel Del Monte, che per tre giorni ha sostato fuori dai cancelli di Palazzo di Città, senza cibo, chiedendo solo di poter continuare a fare il suo lavoro: dipingere lo splendido maniero federiciano per i turisti.

[nggallery id=279]

“Artisti condannati a morte con effetto immediato da un’ordinanza senza precedenti” è scritto sul cartellone che l’uomo ha attaccato alle sbarre dell’ingresso del municipio. Dopo tre giorni finalmente pare sia stato raggiunto un accordo con il sindaco: Giuseppe Di Corato potrà tornare a Castel del Monte per sostare alla destra del maniero federiciano, sul piazzale antistante i bagni pubblici.

In questi giorni di dignitosa protesta, il pittore ha ricevuto la solidarietà proprio di nonno Mansi che, sebbene costretto da anni sulla sedia a rotelle, è rimasto con lui nella speranza di veder riconosciuto anche il suo diritto a riaprire la bancarella che per lui oramai è una seconda casa, parte fondamentale della sua vita.

 

Michele Noviello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here