Barletta, commissione Attività Produttive approva regolamento per Osservatorio

0
177

Infatti, secondo l’art. 71 dello Statuto Comunale, il Consiglio Comunale può “promuovere la costituzione di specifici strumenti di partecipazione, anche su sollecitazione delle consulte o di gruppi di  associazioni organizzate, quali: Consiglio delle Donne, Consiglio dei Ragazzi, Consiglio degli Anziani e quanti altri”.

La Commissione ha terminato la stesura del Regolamento per l’istituzione dell’Osservatorio delle Attività Produttive, necessario per definire in modo puntuale e chiaro finalità, strumenti, organismi e funzioni.

Con l’istituzione dell’Osservatorio si vorrà sperimentare un modello virtuoso che punterà alla creazione di una rete organizzativa governata che, con il supporto di tecnologie avanzate, potrà diventare un’infrastruttura snella di competenze a sostegno di servizi e politiche di sviluppo. Un circuito ampio, snello, non burocratico, di persone che avranno l’obiettivo di realizzare una “contaminazione virtuosa” per il cambiamento dell’amministrazione e per la competitività e lo sviluppo del territorio.

L’idea di istituire l’Osservatorio delle Attività Produttive si è sviluppata in un quadro generale di difficoltà del contesto industriale italiano per cui le analisi del sistema economico hanno risentito della presenza di un contesto economico mutevole e di difficile interpretazione.

Durante questi mesi, la Commissione “Attività produttive” ha realizzato una serie di incontri con i rappresentanti delle Associazioni di categoria (Confindustria Bari-Bat, Confartigianato, Confcommercio, Apab, Cisl Fisascat, Ugl, Assimpro Industriali e Federcommercio…), favorendo un forte coinvolgimento tra i protagonisti della politica, delle imprese, delle amministrazioni, delle professioni, delle istituzioni, delle associazioni di attori sociali, che, operando a livello locale, ogni giorno affrontano la terribile “sfida del fare”, creando quella giusta sinergia a cui ogni amministrazione all’avanguardia deve tendere.

Una sinergia positiva, dunque, tra Regione Puglia, Provincia di Barletta-Andria-Trani, Comune di Barletta, Camera di Commercio e Imprese che avrà l’obiettivo di realizzare una “politica partecipata, collegiale e virtuosa” per la competitività e lo sviluppo del territorio.

L’Osservatorio consentirà di monitorare la situazione del tessuto produttivo ed economico per valutare le prospettive di sviluppo nel breve e medio periodo e sulla scorta di questi dati decidere le conseguenti politiche da adottare.

I rappresentanti delle Associazioni di categoria si sono mostrati molto entusiasti e partecipativi. Hanno apprezzato il lavoro della Commissione e il suo coinvolgimento nella stesura dello Statuto del futuro Osservatorio, affermando che, in un clima di estrema incertezza, bisogna essere in grado di contemplare azioni che tendano ad innalzare la propensione all’innovazione e allo sviluppo delle imprese, rendendo il nostro territorio maggiormente competitivo e attrattivo.

La commissione ha approvato il Regolamento per l’istituzione dell’osservatorio delle Attività Produttive il 6 luglio 2012, ricevendo il parere favorevole delle Associazioni di Categoria.

Affinché l’Osservatorio diventi una realtà, si attende il parere tecnico del settore competente e l’approvazione definitiva all’interno del Consiglio Comunale.

Infine, per rendere l’azione il più incisa possibile e visto il grave momento di crisi economica che sta attraversando l’intera nazione, risulta indispensabile dotare il Settore delle Attività Produttive di strumenti finanziari immediati ed idonei a supportare le imprese del nostro territorio. In questa direzione i consiglieri Michele Dibenedetto, Nicola Ruta, Maria Grazia Vitobello stanno già lavorando per far sì che le predette previsioni si concretizzino all’interno del bilancio comunale.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here