Spinazzola e Minervino Murge, si sperimenta la telemedicina per cardiologia e diabete

0
187

Quattro i comuni pugliesi in cui è previsto l’avvio dei servizi di telecardiologia (non in emergenza) e della telediabetologia:  Campi, Maglie, Minervino e Spinazzola. Figura e supporto fondamentale di questa sperimentazione, è la figura del care manager, ovvero quegli infermieri che, formati dall’Ares nell’ambito del progetto Nardino, prendono in carico gli ammalati di patologie croniche.

“Abbiamo sperimentato in questi anni un modello assolutamente innovativo, quello cioè della telecardiologia applicata a tutto il ciclo dell’emergenza – ha detto Vendola – in pochissimi anni abbiamo effettuato oltre 460mila interventi, un record che ci fa essere l’esperienza più consolidata in tutta Europa, con un abbattimento altissimo della mortalità di infarto. Oggi la telecardiologia vogliamo applicarla non soltanto all’emergenza ma anche a tutti quei pazienti fragili e affetti da cardiopatie. E con la sperimentazione del progetto Glucoonline, la telemedicina viene applicata anche agli ammalati di diabete. La telediabetologia rappresenta una vera rivoluzione con prospettive assolutamente inesplorate. Basti pensare alla possibilità ad esempio di sperimentare su bambini diabetici, forme innovative di protagonismo dell’ammalato nel suo percorso. Tutta la telemedicina rappresenta un cambio di paradigma e in questo cambio di paradigma ci giochiamo il rapporto tra bilanci economicamente sani e presentabili e tutela intregrale del diritto alla salute”.

“La Puglia nel giro di pochi mesi – ha spiegato ancora Vendola – deve percepire che la perdita di una vecchia organizzazione sanitaria è stata surrogata dal guadagno di un modello e di un’offerta di salute piu vicina ai bisogni dei cittadini. È il servizio sanitario che prende in carico il paziente e comincia a farlo oggi, proprio nei luoghi e nelle città dove ci sono state le chiusure degli ospedali”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato l’assessore alla salute Ettore Attolini, il direttore generale dell’Ares Franco Bux, il direttore di Endocrinologia del Policlinico di Bari e, in collegamento telefonico, il sottosegretario alla salute Elio Cardinale.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here