Canosa di Puglia, accordo con il Consorzio di Bonifica: dal 12 giugno erogata acqua nelle campagne

0
256

Nonostante il ritardo del Consorzio nella erogazione dell’acqua, prevista originariamente già dal 4 giugno – sottolinea Piscitelli – , finalmente gli agricoltori  forse potranno stare tranquilli”.

Prosegue, dunque, l’impegno dell’Assessorato all’Agricoltura a sostegno della stagione irrigua 2012. Come ha annunciato l’assessore all’Agricoltura, il Consorzio di Bonifica “Terre d’Apulia” aveva garantito, a partire dall’ 4 giugno scorso, l’erogazione dell’acqua nelle campagne di Loconia, frazione di Canosa. “La distribuzione dell’acqua avviene attraverso l’Autorità di Bacino – ha spiegato l’assessore Piscitelli – che ha concesso, a partire da venerdì scorso, 8 giugno, l’erogazione di acqua limitata a 200 litri al minuto. Il Consorzio ha assicurato, a partire da questa mattina (ieri, ndr), 11 giugno, una erogazione pari a 700 litri al minuto, mentre già da oggi pomeriggio- o al massimo entro domattina – l’erogazione d’acqua dovrebbe entrare a pieno regime, destinando alle nostre campagne 1200 litri al minuto d’acqua”.  

Dopo la pubblicazione del manifesto attraverso il quale il Consorzio di Bonifica “Terre d’Apulia” rendeva pubbliche le aliquote della stagione irrigua 2012, non sono mancati tumulti e contestazioni da parte degli agricoltori. E’ così prontamente intervenuta l’Amministrazione comunale che ha inviato un telegramma al Consorzio, per sollecitare l’avvio urgente e immediato dell’erogazione dell’acqua nelle campagne del comprensorio irriguo di Loconia, onde evitare ulteriori danni al settore agricolo sulle produzioni agroalimentari.

Inoltre, nel tardo pomeriggio del 7 giugno, l’assessore Piscitelli ha incontrato un folto gruppo di agricoltori con i quali si è discusso delle gravi motivazioni che rendono impossibile l’applicazione della tariffa dell’acqua, considerata troppo cara per le imprese agricole del territorio.

Il Comune di Canosa – ha sottolineato nuovamente l’assessore Piscitelli -, dichiara la ferma volontà di concertare con le organizzazioni professionali la possibilità di effettuare alcune osservazioni per la riduzione dei costi previsti nella fase di avvio provvisorio del “Piano di Classifica” adottato dal Consorzio, che prevede che il costo del canone irriguo per il territorio di Canosa, sia pari a 31 centesimi al metro cubo”.

L’Assessorato all’Agricoltura fermamente non condivide il “Piano di Classifica” adottato, in quanto non ritiene che le aliquote contributive individuate siano economicamente e tecnicamente accettabili e propone di effettuare alcune osservazioni allo stesso Piano di Classifica. Inoltre, “a breve – ha confermato l’assessore all’Agricoltura – il Comune farà pervenire al Consorzio, un documento che attesti la non sostenibilità da parte delle imprese agricole di tale costo dell’acqua, insieme ad una nota che annoveri tutte le difficoltà che la categoria sta affrontando sia sotto il profilo tecnico che sotto il profilo economico”. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here