Andria, Corte Costituzionale boccia Istituti Comprensivi: il Comune chiede chiarimenti alla Regione

0
151

La sentenza n.147 depositata ieri, 10 giugno, dichiara incostituzionale il comma 4 dell’art.19 della Legge 111/11 che dispone per il prossimo anno scolastico, l’accorpamento in istituti comprensivi di almeno 1000 alunni, tra scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di 1°grado.

Nella nota dei due componenti della giunta andriesi si legge:
“Onorevole Assessore, a seguito della recente pronuncia della Corte Costituzionale sul dimensionamento scolastico (n. 147 del 4/6/2012) che ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 19 comma 4 del D.L. n. 98 del 2011 convertito con modificazioni dalla Legge n. 111 del 2011, sancendo la competenza esclusiva delle Regioni in tale materia, si chiede di conoscere quali sono le determinazioni che la Regione Puglia intende adottare con riferimento alle deliberazioni della stessa Giunta Regionale sul dimensionamento della rete scolastica pugliese, anche al fine di offrire certezza a tutta la comunità scolastica e consentire una proficua e serena programmazione del prossimo anno scolastico.
In attesa di un cortese quanto sollecito riscontro, l’occasione è particolarmente gradita per porgerLe i più cordiali saluti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here