Margherita di Savoia, avanti col programma: “Casa delle Farfalle” nell’ex Saibi

0
269

Ad ospitare la serra sarà l’area dell’ex azienda chimica Saibi che, una volta bonificata, lascerà il posto alla riproduzione di uno degli ambienti naturali più ricchi di forme di vita vegetali e animali del nostro pianeta, ovvero la foresta pluviale tropicale. Il sindaco Gabriella Carlucci si dice convinta del grande impatto che la struttura avrà dal punto di vista sia turistico che culturale, poiché la Casa delle Farfalle potrà essere fruita sia dai turisti e dai cittadini come luogo di mero abbellimento estetico, sia dagli studiosi in quanto centro di ricerche all’avanguardia nel campo delle scienze naturali.

La serra è destinata ad ospitare infatti, riproducendo il loro habitat naturale ideale, centinaia di specie di farfalle, inserite in un contesto di rari esemplari botanici. Un progetto che punta dunque a sensibilizzare il grande pubblico sulle tematiche della conservazione della ricchezza naturale, in tutte le sue forme, preservandola dall’oltraggio dell’inquinamento dilagante. L’oasi tropicale sarà realizzata dall’Associazione Cometa. Un’analoga struttura nel sud Italia è stata realizzata in Sicilia, nel Parco Monteserra a Viagrande, in provincia di Catania.

Dopo le fibrillazioni dei giorni scorsi in casa Pdl, a causa della defezione proprio del sindaco Carlucci, passata dalle file del partito del premier a quelle dell’Udc, nel Comune salinaro il trauma sembra superato. Al termine del vertice di martedì sera tra la maggioranza di centrodestra e il coordinatore provinciale del Pdl, nonché presidente della Provincia Bat, Francesco Ventola, si è appreso infatti che gli impegni assunti dall’onorevole Carlucci in campagna elettorale per la città di Margherita restano immutati: si va avanti dunque con il programma concordato, un programma all’epoca votato come alternativo a quello del centro sinistra e che tale resta.

Il mandato amministrativo, con queste premesse e il rinnovato sostegno del gruppo consiliare del Pdl, dovrebbe proseguire fino alla sua naturale scadenza nel 2015. Come direbbe il buon vecchio Shakespeare, “molto rumore per nulla”.

Martina Damiani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here