Barletta, furto shock: sottratto da ignoti crocifisso recuperato tra le macerie del crollo

0
134

L’effigie del Cristo era stata concessa dalla famiglia in occasione della mostra fotografica sul tragico evento, allestita dalla redazione del magazine Barlettalife. A causa di questo inqualificabile atto, gli organizzatori hanno deciso di sospendere la mostra. Il sindaco di Barletta, Nicola Maffei, ha diffuso il seguente comunicato:

“Una gravissima e deprecabile azione di sciacallaggio è stata consumata, da parte di ignoti, nella Galleria del teatro comunale “G.Curci”, che hanno asportato furtivamente uno dei due crocifissi esposti unitamente al quadro della Madonna, provenienti dal palazzo crollato in via Roma.

Il valore affettivo e religioso che la famiglia Lanotte-Antonucci ripone in quegli oggetti sacri, ed in particolare nel crocifisso di terracotta sparito, non è quantificabile ed oggi incide profondamente sulla sensibilità di ognuno di noi e soprattutto su quella della signora Emanuela ( in stato di gravidanza avanzata), una delle prime donne miracolosamente salvata dai soccorritori.

Faccio un sentito ed accorato appello alla cittadinanza e soprattutto a coloro che hanno asportato quel crocifisso di terracotta affinchè lo si riconsegni alla legittima proprietaria. In  qualsiasi modo, anchealla polizia municipale, o a qualsiasi autorità o nelle mie mani, in forma anche anonima, restituendo così una legittima serenità alla famiglia Lanotte-Antonucci già duramente colpita dallo shock dell’evento subito e dalla perdita della propria abitazione.

Confido sempre nell’elevato livello morale dei miei concittadini e nell’alto senso della legalità di tutti noi.”

Martina Damiani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here