Risograph, Patate & Cozze: collettivo di illustratori pugliesi, ecco “Cooly Noody”

0
71

Quanti illustratori pugliesi sono sparpagliati per l’Italia o per il mondo, arricchendo il prossimo di visioni grafiche, estetiche, concettuali?

In un periodo in cui la fuga degli artisti dal territorio è all’ordine del giorno, la controtendenza di creare occasioni di associazione e collaborazione in Puglia, tra artisti e cervelli, è già trend e necessità.

Dopo il primo esperimento dal nome PPG – Pazzi per Gesù, il collettivo Risograph, Patate & Cozze esce allo scoperto, e lo fa inaugurando un nuovo progetto d’illustrazione: COOLY NOODY.

Il nome del collettivo riprende quello di un tipico piatto pugliese, allo stesso tempo veicola quello della tecnica di stampa utilizzata, la risograph: identità stilistica di tutte le sue autoproduzioni.

Con sede a Corato, il collettivo Rp&c è composto da quindici membri, tredici dei quali illustratori di origine pugliese e della provincia Bat. Nato da connessioni lavorative che l’illustrazione, la stampa e l’autoproduzione hanno reso progettualmente efficaci, il collettivo condivide una visione grottesca del quotidiano; trasforma gli elementi dell’iconosfera di massa e restituisce una pluralità di suggestioni che alimentano un punto di vista a tratti dissacrante.

Il nuovo progetto di Rp&c, Cooly Noody consiste in un calendario illustrato composto da tredici mesi (fino a gennaio 2018). Le illustrazioni si ispirano al nudo femminile sulla scia della plurinterpretata tradizione del calendario di “nudo artistico”, feticcio che arreda carrozzerie, palestre e bar con corpi tonici e lucentissimi di donne più o meno note. I corpi delle donne, mercificati, ritoccati, falsificati sono gli stessi che Cooly Noody prova a raccontare capovolgendo le visioni convenzionali, ritraendone gli aspetti più prosaici e, in qualche caso, disturbanti e grotteschi.

Le 13 pagine singole sono tenute insieme da due pinzette che lasciano intatti i fogli di carta Favini Lightset rosa, colore dell’incarnato e colore comune delle tredici raffigurazioni. La confezione consiste in un tubo di cartone di colore neutro: il guscio duro di un’ostrica che custodisce morbide madonne di ogni tempo.

La visione d’insieme è giocosa e provocatoria, i personaggi rappresentati vogliono essere liberi da ruoli e ingessature ideologiche.

Gli illustratori di Rp&c sono Ivan Abbattista (grafico e designer), Rosalba Ambrico, Isabella Bersellini, Alfonso Cirillo, Domenico D’Introno (economista della cultura), Roberto D’Introno (fisico dei laser), Massimiliano Di Lauro (illustratore), Ivan Iosca (architetto), Pelo Di Cane (illustratrice), Giovanni Forleo (illustratore), Carla Indipendente, Valentina Lorizzo, Patrizia Mastrapasqua (Illustratrice), Paola Rollo e Serena Schinaia.

Il collettivo organizza eventi e mostre e vende presso alcuni distributori, le sue opere.

C’è anche uno store online: http://risographpatateecozze.tictail.com/ Contatti

Nella lista dei prossimi eventi c’è anche uno a Trani: Crack fumetti dirompenti (Roma, 2016) – Chiù festival di illustrazione e d’intorni (Terlizzi – BA, 2016) – Paw Chew GO (Milano, 2016) – Fuck Normality Festival (Lecce, 2016) – Heart Festival (Trani, 2016).

Per restare aggiornati a riguardo, c’è anche la Facebook Page: Risographatatecozze.

Mirella Vitrani