Barletta, presentato “Suite per archi e voto di scambio – Manuale per politici visionari”

0
738

L’iniziativa promossa  dalla Regione Puglia, Assessorato al Mediterraneo Cultura e Turismo, in collaborazione con l’Associazione Presidi del Libro  e  l’ associazione culturale Liberincipit, Presidio del libro di Barletta, è stata un’ occasione per riflettere ed esaminare il  cosiddetto “voto di scambio” che inevitabilmente è stato  una delle concause che ha  provocato lo svilimento  della politica italiana.

“Il Sindaco capì di essere andato troppo avanti. Cosa c’era di sbagliato in una moderna Dittatura illuminata? – si legge nel libro – Alla vigilia del ballottaggio, l’amministrazione uscente si interroga sul vertiginoso calo di consenso registrato al primo turno elettorale. Come ribaltare il verdetto delle urne? Dopo estenuanti trattative il Sindaco e gli Assessori giungono all’unica strategia possibile: i voti bisognerà comprarli. Esistono tuttavia vari modi, e alcuni davvero fantasiosi, per vincere una campagna elettorale. Questo “manuale” è piuttosto la metafora della centralità e del margine, la surreale interpretazione dei guasti (e delle gioie) del Potere.”

Un gesto  che appare “eroico e coraggioso”,  quello dell’autrice che cerca di esprime nel suo libro  con trasparenza e imparzialità le varie sfaccettature , nel bene e nel male,  colte nel mondo politico  mentre svolge il suo lavoro di giornalista.  “Molto probabilmente questo libro diventerà un film” – ha affermato  Roberta Magarelli editrice della  Florestano.

“Molti politici in realtà non si riconosco in questo libro: stentano a riconoscersi nei personaggi descritti,  sostenendo che forse parlavo del loro predecessore o del  successore  ma non certo di loro – ha esordito Formicola durante l’incontro moderato dal consigliere regionale Ruggiero Mennea- in questo libro incontriamo l’assessore all’Effervescenza ovvero il visionario, quello alla Concordia , ai Perdoni e ai Misteri,  ispirandomi in quest’ultimo  caso alla politica lucana specie a quella di matrice democristiana,  parlo anche di periferie urbane della speculazione edilizia e del degrado urbano degli ultimi 20/40 anni e del fatto  che la gente “di periferia” è molto spesso  manipolata  per fini elettorali.

In questo libro non mi sono inventata nulla – asserisce con fermezza la scrittrice – i politici sono assettati di potere e la politica è ormai deformata e personalmente mi sento tradita dalla politica , io che da  quindicenne militavo nel partito comunista . In questo libro metto a nudo le mie idee  rispetto all’imparzialità che cerco per dovere professionale di avere quando svolgo il mio lavoro  di giornalista. C’è ormai una completa disaffezione alla politica e ciò lo si è visto con l’ascesa di Grillo alle ultime elezioni politiche con un elettorato che ha espresso un voto di protesta favorendo il MS5. Per scongiurare il voto di scambio ovvero quel meccanismo di dare il  proprio voto ad un esponente politico in cambio di denaro o favori personali, si potrebbe a mio avviso sospendere solo con un reset un azzeramento di tutta la politica togliendo le “poltrone” a chi le possiede ormai da tempo eliminando il clientelismo e ovviamente riformando la legge elettorale che pare  nessuno voglia cambiare; forse più movimenti giovanili potrebbero essere una chiave di svolta. 

Tuttavia l’ assenteismo alle urne è un messaggio una rivoluzione degli elettori  contro lo sfacelo della Politica, e la stessa non può far finta di nulla dinanzi a questo,  oltre a questo strumento francamente non so che altra forma di protesta non violenta  potremmo attuare, di certo la violenza non hai mai portato a nulla di buono. Ciò che auspico e che si ritorni ad un a politica fatta con passione e che ci  rappresenti cosi come accadeva un tempo.”

“Credo che la Politica degli ultimi vent’anni  sia stata  degenerata anche a causa della penetrazione dello Stato all’interno degli stessi meccanismi politici – ha puntualizzato concludendo,  il consigliere regionale Mennea.

Dora Dibenedetto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here