Barletta, compie 90 anni l’Oratorio San Filippo Neri: fedele alla passione educativa

0
734

 Quel giovane prete, un omone dalle braccia forti e lo sguardo profondo, infondeva entusiasmo nei suoi collaboratori dicendo loro che quel mulino avrebbe macinato le anime, avvicinandole a Dio. E così è stato! Così nacque il “Nuovo Oratorio San Filippo Neri, per la redenzione dell’infanzia abbandonata”, piccolo grande germoglio del più antico Oratorio sorto in San Giacomo Maggiore. Generazioni di fanciulli e giovani vi si sono avvicendate, formate a una solida spiritualità cristiana, alla vita di preghiera e ai sacramenti, nei lunghi pomeriggi che alternavano catechesi e gioco, teatro, scuola, musica e poesia, giardinaggio e lavori manuali, perché quell’Oratorio fosse a tutti gli effetti palestra di vita, fucina di buoni cristiani e onesti cittadini, come avrebbe detto San Giovanni Bosco.

Questa lunga storia, di cui sono custodi fin dagli anni 60 gli Oblati di San Giuseppe, succedutisi negli anni al primo Direttore, merita di essere raccontata e festeggiata. Lo faranno tutti insieme i fedeli, guidati dal parroco P. Vincenzo Telesca e da P. Nico Reale responsabile dell’oratorio, con una solenne S. Messa, presieduta dall’Arcivescovo Mons. Giovan Battista Pichierri, il 27 agosto; in realtà lo stanno facendo dall’inizio dell’anno, con una serie di iniziative volte a scommettere sull’Oratorio e la sua valenza sociale, educativa, formativa. Perché L’oratorio di San Filippo ha novant’anni, ma non li sente, e si reinventa nel tempo, sfruttando al massimo la pluralità di linguaggi che a questa istituzione appartengono da sempre. La grande scommessa è partita lo scorso ottobre, elaborando un piano per potenziare la formazione di tutti gli operatori: animatori, educatori e catechisti. Incontri mensili, corsi esterni, momenti di spiritualità. E una “scuola” per tutti i genitori, intitolata “Genitori si diventa”, strutturata in un ciclo di incontri di condivisione e dibattito, da novembre a maggio, in collaborazione con gli amici del Centro per la Famiglia di Barletta.

Nel succedersi delle attività ordinarie, dallo sport, ai momenti dedicati ai ragazzi alla semplice animazione del cortile, si è cercato di tornare all’intuizione originaria che ha animato il Ven. Dimiccoli: una casa per accogliere tutti senza distinzioni, in quella che allora era la periferia della città. Su quella spinta si sta cercando sempre più di essere presenti sul tutto il territorio, per venire incontro alle nuove povertà umane, educative, sociali, in dialogo con le istituzioni e le associazioni. Molte sono state le occasioni in cui l’Oratorio si è reso presente in queste situazioni. Ha iniziato a farlo nel suo piccolo, portando i suoi “monelli” per le strade e le periferie, festeggiando il patrono San Filippo Neri. È entrato nei cortili dei palazzi, riunendo le famiglie attorno all’immagine della Vergine “Regina dell’Oratorio”. In queste ed altre occasioni si sono aperti nuovi ponti, spazi di dialogo e condivisione preziosi che hanno ridato nuova fiducia ad un’istituzione troppo spesso sottovalutata.

L’estate è una stagione ricca e impegnata per l’Oratorio. Ci si prepara ad accogliere tanti ragazzi per le attività estive, i giochi, i laboratori. Uno staff di trenta operatori giovani e adulti ha animato le ricche giornate in cortile e a spasso per la città, dal centro al mare, proponendo ai 200 ragazzi partecipanti la storia dell’Oratorio e del suo fondatore condensata in uno dei suoi motti più ricordati: lotta, vibra, ama.

La musica, da sempre uno dei linguaggi più affini ai giovani, ha animato una competizione tra band emergenti di giovani della città, con tanto di palco e giuria ad hoc. Le band vincitrici si esibiranno nuovamente il prossimo 28 agosto nel cortile dell’Oratorio.

“Ora non resta che dire tutti insieme grazie! Grazie ad una tradizione lunga e duratura, quella degli oratori italiani, da secoli in prima linea e all’avanguardia nella formazione integrale delle persone. Grazie all’Oratorio San Filippo Neri, che da novant’anni si sforza di restare fedele alla passione educativa dei suoi santi protettori. Sarà una grande gioia il prossimo 27 agosto poter condividere tutto questo insieme a tutti coloro che, anche solo per un po’, hanno trascorso momenti felici in San Filippo. Una volta in Oratorio, per sempre dell’Oratorio!”, dichiara  P. Nico Reale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here