Andria, a Castel dei Mondi in prima nazionale “Hakanai”: l’universo dei sogni incontra l’uomo

0
451

Hakanaï si struttura come una performance che fonde la danza haiku alla computer grafica. L’allestimento è parte della danza di Akiko Kajihara e della interpretazione del suono di Christophe Sartori e Loïs Drouglazet; la ballerina è immersa in un universo grafico digitale, all’interno di un cubo trasparente di luci e onde, formule matematiche e visioni: è l’uomo che muove gli elementi, plasma i sogni e crea il suo mondo. Il sogno racchiude tutto l’effimero, il caduco e transitorio, l’immateriale della materia. La contemplazione della natura riporta a modelli matematici e forme astratte e minimal, rigorosamente in bianco e nero.

In sinergia totale con gli altri elementi, si crea una sorta di narrazione poetica in cui la ballerina haiku – tipo di danza che prende il nome dalla poesia giapponese del diciassettesimo secolo- mette in moto in tempo reale una sequenza di immagini archetipiche che si muove in relazione ad ogni suo movimento.

L’arte coreutica giapponese si combina così al linguaggio visivo francese creando 40 minuti di totale immersione in un universo fatto di suggestioni extrasensoriali.

 

Mirella Vitrani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here