A Spinazzola va in scena l’integrazione sociale con “Storie straordinarie di vita quotidiana”

0
1198

Toccante lo spettacolo di musicoterapia che vedrà protagonisti, martedì 5 agosto, i ragazzi dell’associazione ed alcuni volontari, per un totale di 19 interpreti speciali di una commuovente messa in scena musicale.  In scena, il linguaggio vitale dei corpi, l’immediatezza espressiva della musica e della danza, la dimostrazione che l’arte migliora non solo a parole l’autonomia personale e il grado di coscienza di spazi, corpi e rapporti tra soggetti. Lo spettacolo, concepito a conclusione di un percorso annuale di musicoterapia a cura della prof.ssa Maria Laura Mancini, sarà per il GAL occasione di approfondimento sui bandi e le azioni del GAL in favore delle persone svantaggiate ed in particolar modo sulla misura   321 az. 1 – “Servizi di carattere didattico, culturale e ricreativo a favore soprattutto dei giovani in età scolare”, tramite il quale il GAL ha finanziato nei sei comuni di azione (Canosa di Puglia, Gravina in Puglia, Minervino Murge, Poggiorsini, Ruvo di Puglia, Spinazzola), progetti per circa 1,4 milioni di euro.

Scenografia e costumi: Angela Zaza Carmela Spadone e Cristina Cardilli; riprese interne: Rebecca Superbo e Maria Liuni; riprese video: Marco De Marco; audio e luci: Giuseppe Salvemini.

Di tutt’altro tono, la rappresentazione teatrale dal titolo“Tutto…per un viaggio a Singapore”, che andrà in scena l’8 agosto.La commedia, scritta ed ideata da Maria Pia Tarantino e Carmela Spadone, è un divertente e movimentato siparietto familiare giocato attorno ai temi di una ricca eredità. 23 attori, tra volontari e ragazzi disabili, calceranno il palcoscenico spinazzolese, per dimostrare quanto il teatro sia efficace nell’insegnare a riconoscere e modulare le emozioni. Con la partecipazione amichevole di Michele Confetti. Scenografiee costumi a cura dei volontari Angela Zaza, Pasqualina Laganaro e Vincenzo Massaro; Riprese video: Marco De Marco; Audio e luci: Giuseppe Salvemini.

 In caso di maltempo le rappresentazioni si svolgeranno nella palestra dell’istituto scolastico Mazzini.

 L’aps “Coloriamo insieme” dal 1997 si batte per garantire ai ragazzi con difficoltà l’inserimento nella società civile e attraverso continue occasioni di visibilità. Nei 17 anni di attività, l’associazione ha realizzato attività intese a favorire l’integrazione e la socializzazione dei ragazzi disabili, raccogliendo collaborazioni fattive e consensi tra la popolazione locale.

Il motto dell’associazione “Coloriamo Insieme”:

Sappiamo bene che ciò che facciamo

non è che una goccia nell’oceano.

Ma se questa goccia non ci fosse,

all’oceano mancherebbe.

Importante non è ciò che facciamo,

ma quanto amore mettiamo in ciò che facciamo;

bisogna fare piccole cose con grande amore.

 Madre Teresa di Calcutta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here