A Trani grande successo per il XXVI “Concerto d’Estate” al Centro Jobel

0
292

Adulti, giovani e giovanissimi sono stati i protagonisti di una serata musicale che ha intrattenuto fino a tarda sera un pubblico entusiasta e partecipativo che non ha mancato di far sentire il proprio calore e soprattutto il proprio apprezzamento per l’’impegno da decenni profuso dall’Associazione Musicale “Il Preludio” di Trani che lo scorso anno ha festeggiato i suoi 25 anni di costituzione.

Un’’Associazione riconosciuta che contribuisce in modo sostanziale ad accrescere aspetti culturali e musicali basati sul lavoro e sull’’abnegazione di una qualificata equipe di professionisti guidata dal M° Romolo Anastasia. Un impegno sociale ma anche civico gratificato dalla fiducia di decine di famiglie che hanno affidato i loro figli credendo in una loro crescita personale e musicale.

Il Concerto di quest’’anno, denominato “Le ali dell’arcobaleno”, è stato il Concerto simbolo della fiducia e della speranza in un momento di fortissima crisi sociale e valoriale che sta mettendo a dura prova l’’intera società, anche tranese, che spesso ha pensato di basare tutto sulla frivolezza e sull’’effimero tralasciando la sostanza, arrivando fino a sacrificarla privilegiando sempre più spesso ciò che è in genere di scarso valore. Ritrovare quindi il valore della convivialità, della semplicità e della passione è il punto di svolta per ritrovare anche il senso della vita e riscoprirne bellezza e fascino.

Tanti gli ospiti che hanno portato il loro saluto e ai quali è stato anche tributato un riconoscimento da parte degli organizzatori del Concerto, a partire da Giuseppe La Ricchia, Presidente del Complesso Civico Bandistico “Città di Trani,” il quale si è soffermato sul prezioso e faticoso lavoro che precede questi eventi importanti, fino al maestro Vitaliano Jannuzzi, titolare della Cattedra Pianoforte Principale presso il Conservatorio N. Piccinni di Bari il quale ha sottolineato la passione con la quale il M° Romolo Anastasia è vicino ai suoi allievi e con la quale contribuisce a divulgare la cultura musicale nel territorio, fino al Presidente di Unimpresa Bat, Savino Montaruli, che sul grande palco del Centro Jôbêl ha elogiato la longevità di questa iniziativa giunta alla XXVI edizione e soprattutto ha rimarcato l’’importanza che questi eventi continuino ad essere slegati, fortemente slegati, dalle cosiddette “volontà politiche” che invece non riescono a generare continuità e storicità ma solo estemporaneità.

In evidenza anche la prestigiosa ed ammirata opera dell’ artista Rossella Iaconisi autrice dello splendido dipinto realizzato ad olio su tela e sorteggiato nel corso della serata, che è stata ottimamente presentata da Giuseppe Francavilla il quale, con grandissima professionalità e simpatia, ha condotto con entusiasmo un evento che Trani ricorderà con grande gioia e che non appartiene a nessuno in particolare ma a tutta la Città.

La realizzazione della manifestazione è stata altresì possibile grazie alla partnership della Provincia di Barletta Andria Trani, del Comune di Trani, dell’Amiu Spa, dell’Eurorchestra da Camera di Bari, dell’Associazione di Categoria Unimpresa Bat, del Centro Jôbêl e dell’Associazione Trani Soccorso.

Un grazie è stato pubblicamente rivolto ai tanti e primari organi di Informazione e stampa che hanno seguito per l’’intera serata la manifestazione dandone vasta eco mediatica.

Fonte: comunicato stampa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here